L’Europa dei pc cresce del 18,5%

I dati Idc per il terzo trimestre segnalano crescite davvero interessanti per Acer e Dell.

Subito dopo aver rilasciato i dati preliminari sull'andamento del mercato
mondiale dei pc nel terzo trimestre dell'anno, Idc rilascia
anche i numeri relativi alla sola Europa.
Nell'area Emea si
parla  di una crescita del 18,5%, grazie a tre
fattori concomitanti: il continuo downpricing, il buon andamento del back to
school e una certa disponibilità alla spesa da parte del mondo
business.
Ovviamente il driver della crescita è rappresentato dai
notebook, per i quali i tassi incrementali si sono attestati
vicini al 30%.
Tuttavia, anche per i desktop c'è una certa
aria di ripresa, con crescite nell'ordine del 14%, grazie al mercato di
sostituzione guidato in prevalenza dalle piccole e medie imprese.
Tutto
questo in uno scenario ancora altamente competitivo.
Il trimestre, sempre
secondo i dati Idc, ha visto Acer posizionarsi al terzo posto
tra i fornitori di pc, mantendosi nel contempo salda al primo posto della
classifica dei fornitori di notebook. 
La società taiwanese ha visto
così premiato non solo un go-to-market efficace ma anche una attenta politica
dei prezzi.
La classifica generale vede in ogni caso al primo posto
Hp, che detiene una share del 17,8% e che rispetto allo scorso
anno ha messo a segno una crescita del 14,7%.
Al secondo posto
Dell, con una share dell'11,7% e un robusto incremento
nell'ordine del 36,4%.
Terza Acer, come detto, con una share
del 5,8% e una crescita del 57,5%.
Quarto e quinto posto sono in mano
rispettivamente a Fujitsu Siemens e Ibm.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here