Home Digitale Lenovo e Inter, l'iperconvergenza applicata al calcio

Lenovo e Inter, l’iperconvergenza applicata al calcio

Per milioni di appassionati sportivi, abbinare tecnologia e sport non è certo cosa nuova. Basti pensare al mondo dei motori, da sempre vetrina e avanguardia delle migliori evoluzioni.

Molto diverso, invece, il sentiment verso gli sport di squadra. La componente tecnologica, in questi contesti, non è immediatamente evidente.
Nulla di più lontano dalla realtà: la trasformazione digitale è una realtà anche e soprattutto nel calcio professionistico.

Un eccellente esempio di partnership è quella che lega due leader assoluti del proprio settore: Lenovo ed Inter.

La multinazionale IT e i campioni d’Italia in carica rappresentano due punte di diamante nel panorama internazionale, e per questo la loro collaborazione stabilisce un importante benchmark. Un metro di paragone e al tempo stesso

Per semplificare la gestione del sistema IT e ottimizzare le risorse, Inter ha collaborato con Lenovo per creare un ambiente interamente software-defined basato su Nutanix AHV e VMware vSphere.

Per consolidare la business continuity, Lenovo ha aiutato il club a creare un ambiente di ripristino di emergenza e di backup basato su Lenovo ThinkSystem DM7000H Unified Hybrid Storage.

L’Inter ha già registrato notevoli miglioramenti delle prestazioni da quando ha aggiornato la propria infrastruttura IT con le soluzioni Lenovo che hanno contribuito ad aiutare il club a ottenere grandi risultati in termini di engagement dei fan.
Lorenzo Antognoli, Head of Information System dell’Inter spiega: «In media, le prestazioni di elaborazione dei dati sono aumentate del 20%. Se si considera che, solo per l’analisi sportiva, raccogliamo oltre  60 milioni di punti dato ogni stagione, i miglioramenti delle prestazioni su tale scala aumenteranno notevolmente la quantità di informazioni che possiamo analizzare».

Lenovo, tecnologie applicate sia alla squadra che nel settore giovanile e femminile

Il manager dell’Inter ci ha confermato che le eccellenti tecnologie Lenovo sono così efficaci da essere utilizzate a tutti i livelli dalla società milanese. Tanto le prime squadre (maschili e femminili) quanto i team delle giovanili sono sostenuti dalle analytics.
Un grandissimo vantaggio per tutte le componenti: per gli staff tecnici, che possono contare su dati preziosi e altrimenti non accessibili. Per l’Inter, che può massimizzare il proprio capitale tecnico. E per gli stessi atleti, in ultima istanza.

Antognoli ci ha infatti confidato che lo storico dei dati raccolti sui giocatori delle giovanili, ad esempio, permette di seguirne lo sviluppo e i progressi.

Non è un segreto per nessuno che pochi, fra i giocatori delle squadre giovanili italiane, riescano a farsi strada nel calcio professionistico. Il grande valore aggiunto di un partner IT come Lenovo è quindi evidente.

Inter, lo ricorda con orgoglio Antognoli, crede moltissimo nell’accompagnarne la crescita come giovani donne e uomini, prima che come atleti. Un’affermazione davvero encomiabile: Inter in questo eccelle ed è doveroso sottolinearlo.

Alessandro de Bartolo
Alessandro de Bartolo

Alessandro de Bartolo, Country GM ISG Italia di Lenovo, ha a sua volta sottolineato con piacere la storica collaborazione con un club del valore mondiale come l’Inter.
«Offrire la tecnologia Lenovo ad Inter è uno stimolo continuo: si tratta di un team all’avanguardia nell’uso di questi strumenti sia in ambito sportivo che aziendale e siamo orgogliosi di essere loro partner.»

Iperconvergenza e business continuity, Lenovo fa squadra con Inter

Per promuovere l’innovazione e aumentare il coinvolgimento dei fan, Inter ha implementato una nuova soluzione di infrastruttura iperconvergente (HCI) basata sulle tecnologie Lenovo ThinkAgile HX Serie 3000 e Lenovo ThinkAgile HX Serie 5000.

Antognoli ha spiegato che la scelta di Lenovo è stata del tutto naturale. «Abbiamo deciso di lavorare con Lenovo perché è un brand riconosciuto a livello internazionale con una lunga storia di successo rispetto all’upgrade dei data center. Oltre a questo, il fatto che Lenovo condivida il nostro impegno principale per le prestazioni e l’innovazione, è stato un grande vantaggio»

Per semplificare la gestione del sistema IT e ottimizzare le risorse, Inter ha collaborato con Lenovo per creare un ambiente interamente software-defined basato su Nutanix AHV e VMware vSphere. Per consolidare la business continuity, Lenovo ha aiutato il club a creare un ambiente di ripristino di emergenza e di backup basato su Lenovo ThinkSystem DM7000H Unified Hybrid Storage.

 

Lenovo thinksystem
Lenovo ThinkSystem DM7000H Unified Hybrid Storage Array

Lo scambio di idee, stimoli ed opinioni aiuta anche Lenovo ad evolversi. Sono le situazioni più estreme, in cui si deve dare il 100% delle proprie possibilità, a creare i presupposti per le novità tecnologiche

Lorenzo Antognoli ci ha confermato che, per un team di livello mondiale come Inter, uno degli elementi centrali è la valorizzazione dei dati. Dati che contribuiscono a valorizzare l’area sportiva, tanto quella destinata a media e marketing.

Lenovo ha collaborato con il club per aiutarlo ad accrescere la collaborazione e la produttività dello staff. Grazie alla dotazione di laptop Lenovo ThinkPad e all’utilizzo di sale riunioni allestite con Lenovo ThinkSmart Hubs, i dipendenti del club Inter sono in grado di lavorare in modo più efficiente.

Abbiamo chiesto ad Antognoli quale fosse il suo obbiettivo tecnologico per il futuro. Il manager ha confessato che spera, grazie a Lenovo e all’edge computing, di supportare gli staff tecnici con data analytics in tempo reale.

Una sfida ambiziosa e affascinante: esattamente quello che due società vincenti per natura, come Lenovo e Inter, non vedono l’ora di affrontare insieme

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php