L’Edi conta per Luxottica

Il Cio l’ha affidata a Crossgate per migliorare il servizio ai partner.

Luxottica ha un trentina di filiali nel mondo completamente controllate, nel 2009 ha distribuito circa 19,7 milioni occhiali da vista e circa 35,3 milioni di occhiali da sole, in circa 6.400 modelli differenti. L'Edi (electronic data interchange) pertanto, per l'azienda italiana conta molto.

Inizialmente Luxottica possedeva una propria soluzione custom, gestita internamente da persone che avevano in carico sia la relazione con il cliente sia la risoluzione delle problematiche tecniche.
Poi ha deciso di affidarsi al servizio chiavi in mano di Crossgate e alla sua piattaforma Bip.

Crossgate ha preso in carico la gestione Edi dei clienti europei della divisione wholesale e operations di Luxottica, quindi produzione e distribuzione, permettendo all'azienda di liberare parte delle risorse impegnate nella gestione dei progetti.
In poco più di un paio d'anni sono state attivate 150 relazioni con nuovi clienti, principalmente per fatture, bolle, ordini, conferme d'ordine e catalogo, aziende che appartengono a catene come GrandVision o Perl, di grandi dimensioni e con diversi punti vendita, che necessitano di automatizzare i processi.

Per il Wholesale and Operations Cio di Luxottica, Luca Molinari, riporta una nota, è stato anche dato avvio a un processo di conversione dei clienti esistenti che progressivamente permetterà di far transitare tutti i flussi tramite la piattaforma di Crossgate.

Luxottica ha anche potuto gestire in maniera puntuale i costi di progetto, agendo sul fatto che il servizio di Crossgate si basa su costi fissi di attivazione e costi predefiniti per ogni flusso gestito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here