Home Editoriale Le reti 5G aziendali indicano un nuovo modo di fare business

Le reti 5G aziendali indicano un nuovo modo di fare business

Con il 5G i service provider hanno l’opportunità di aiutare le imprese a prendere decisioni più intelligenti e veloci. L’intervento Di Honoré LaBourdette, vice president Telco, Media & Entertainment di Red Hat

Il Mobile World Congress dedica sempre grande attenzione alla connettività, ma l’evento ibrido di quest’anno porta le reti aziendali private alla ribalta come tema chiave per la prima volta.

Riguardando le roadmap del 5G negli ultimi anni, le opportunità nei mercati verticali erano state identificate come principale driver per i communication service provider (CSP) che avrebbero potuto commercializzare e monetizzare questa tecnologia. Le cose però sono andate diversamente.

Oggi stiamo infatti assistendo a una crescente consapevolezza e domanda da parte delle imprese di soluzioni in grado di combinare la bassa latenza e velocità dei dati del 5G con i progressi nel cloud, i sensori IoT e le infrastrutture delle smart city, sulla scia del riconoscimento che la capacità di analizzare i dati più vicino a dove vengono generati consente di intervenire in modo più tempestivo e reattivo, snellendo le operazioni, supportando nuovi casi d’uso e riducendo al minimo il tempo trascorso a raccogliere informazioni sul campo.

Migliorare il processo decisionale aziendale in questo modo significa poter aumentare i ricavi, risparmiare sui costi e ridurre gli sprechi, con la potenzialità di trasformare tanto le organizzazioni e i settori quanto le società e la vita degli individui.

E se la sfida delle aziende consiste nel trovare un metodo per prendere decisioni nel modo più tempestivo possibile, quella del fornitore di servizi telco è collegare le fonti di dati, le imprese e i loro clienti ovunque essi siano, nel formato necessario, al giusto prezzo, con elevata affidabilità e il maggior valore aggiunto possibile.

Ecco, quindi, alcune delle aree che i CSP dovrebbero considerare per rendere il 5G aziendale un successo.

I casi d’uso richiedono soluzioni specialistiche

Alcuni dei settori che stanno cercando di capitalizzare  sull’on-site decision making sono l’industria pesante, l’agricoltura e le smart city, dove le grandi multinazionali stanno dando vita a prove e implementazioni in tutto il mondo con casi d’uso davvero diversi come ad esempio connettività 5G e infrastrutture intelligenti che aiutano ad automatizzare i processi di irrigazione e raccolta delle colture in base alle condizioni del suolo e ad altri dati in tempo reale, e metodologie per la regolazione dell’alimentazione degli animali da allevamento.

CSP che, nel caso dell’esplorazione mineraria, supportano le imprese nell’identificazione remota di siti di perforazione senza dover inviare squadre sul campo; e, naturalmente, nella progettazione degli edifici in un mondo post-Covid-19, l’integrazione di sistemi di allarme rapido per i virus innescati da sensori nei sistemi di condizionamento che si basano su reti private 5G.

Ciascuno di questi casi ha dei requisiti specifici e un’azienda deve poter contare su fornitori di tecnologia che capiscano il business e il settore in cui opera. Proprio per questo sarà necessario formare ecosistemi che si connettono attraverso i confini dei rispettivi settori, in modo da fornire soluzioni personalizzate e complete che si adattano a ogni caso d’uso: nessun fornitore, operando da solo, sarà in grado di fornire tutte le giuste conoscenze o tutte le parti dell’intera soluzione.

L’ecosistema è tutto

Attraverso partnership con OEM, cloud provider, system integrator e fornitori di software, i CSP possono essere una parte centrale della catena del valore.

Sia che l’impresa si avvicini all’azienda telco o a un altro fornitore dell’ecosistema per procurarsi la soluzione, un’architettura di servizi gestiti dota i CSP del quadro necessario per fornire reti 5G integrate.

Se alcune imprese infatti potranno scegliere di costruire le proprie reti, molte invece vorranno essere sollevate dall’onere di gestire questo aspetto infrastrutturale per concentrarsi sul loro core business.

C’è un mondo di possibili modelli di business. A un livello base, i CSP possono sfruttare i loro vasti radio access network, già incaricati di gestire il traffico voce e dati, per offrire connettività alle reti aziendali private.

Stanno lavorando per fornire una proposta 5G (e 4G) che sia affidabile e a prezzi competitivi. Eppure, dovrebbero anche preoccuparsi di adottare un approccio flessibile e di continuare ad aggiungere valore alla loro offerta.

I modelli di business del cloud sostenuti dagli hyperscaler probabilmente diventeranno ancor più prevalenti dato che le imprese cercano di ridurre il rischio di investimento e di guadagnare agilità e questo per i CSP significa una cosa sola: decidere come collaborare con gli hyperscaler, identificare come offrire modelli simili, e impostare più canali di accesso al mercato.

Prestare attenzione alle tecnologie cloud

Le potenzialità del cloud saranno fondamentali per aiutare tutti gli attori della catena del valore a scalare ed estendere la loro portata, fornendo un insieme più ampio e flessibile di soluzioni alle imprese.

Avere un’infrastruttura on-demand permette a un’azienda di passare a un modello DevOps in cui è possibile sviluppare, testare e rilasciare applicazioni molto più rapidamente che in passato, ma, per farlo, i CSP devono capire e potenziare la comunità degli sviluppatori che non sempre sono in grado di scegliere dove le loro applicazioni saranno implementate.

In quest’ottica, conseguire l’abilità di realizzare implementazioni ovunque e in modo coerente diventa fondamentale e può essere raggiunta attraverso la collaborazione con i fornitori di piattaforme cloud-native, conseguendo così capacità che facilitano la gestione delle applicazioni come Kubernetes per l’orchestrazione dei container, gli strumenti di sicurezza per la conformità, o Quarkus per accelerare il deployment.

Soprattutto, consentire agli sviluppatori di usufruire e partecipare all’open source potrà aiutarli a trarre vantaggio dalle ultime innovazioni in settori come l’intelligenza artificiale e il machine learning.

In definitiva, molti aspetti di come la connettività e il 5G privato si evolveranno rimangono ignoti, ma ciò che è importante per i CSP è chiaro: implementare un’infrastruttura 5G ed edge abbastanza flessibile da soddisfare le mutevoli dinamiche del mercato; e lavorare insieme all’intero ecosistema per adattarsi alle richieste dei clienti con soluzioni e modelli di business innovativi. Il dibattito prosegue all’MWC questa settimana e oltre, mentre il settore unisce gli sforzi per offrire sempre più valore e impatto economico a reti e applicazioni 5G aziendali e private.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php