Lavoro ibrido: il colore di Giotto per le aziende italiane

lavoro ibrido

La pandemia ha portato un nuovo modo di lavorare e la fine dell’emergenza sta cambiando nuovamente i paradigmi: il lavoro si fa ibrido, più liquido. Come risultato l’azienda dev’essere sempre più connessa e collaborante anche su temi amministrativi. La proposta digitale di Wolters Kluwer Tax & Accounting si chiama Giotto, software di amministrazione HR.

La pandemia ha stravolto il mondo del lavoro con il massiccio ricorso allo smart working.

L’interpretazione, tutta italiana, dello smart working come lavoro da remoto è riduttiva e forse anche non troppo corretta.

Smart working significa lavoro intelligente dove per intelligente si intende flessibile, non valutato sulla componente temporale, ma su quella qualitativa.

Intelligente significa una maggiore attenzione al work-life balance senza intaccare la qualità dell’output. Intelligente significa apertura, responsabilizzazione e collaborazione.

Diamo comunque per scontato che l’accezione lavoro da remoto sia smart.

Il vero punto è che la fine della pandemia, o l’inizio della fine, il new normal, porta inevitabilmente a mediare una situazione che di punto in bianco ha portato i lavoratori dall’ufficio a casa, senza “passare dal via” per citare il gioco del Monopoli.

Il percorso inverso è ora abbastanza da escludere.

Le grandi aziende si stanno organizzando con una struttura più fluida che prevede un aumento del lavoro remoto ma anche un certo ritorno al presidio dell’ufficio. Lo dimostra anche la ricerca dell'Osservatorio HR Innovation Practice della School of Management del Politecnico di Milano "Il nuovo ruolo della Direzione HR: dall'emergenza alle sfide future".

Secondo il 45% degli HR intervistati, il consolidamento e il potenziamento dello Smart Working è stata la principale sfida in ambito risorse umane del 2021, e tutto lascia pensare che lo sarà anche per l’anno a venire.

"Per stimolare l'engagement dei lavoratori e migliorare il loro benessere è necessario ridisegnarne l'esperienza aziendale, facendo leva sulle tecnologie ma anche sulle competenze e l'attitudine all'autonomia e al lavoro per obiettivi rese possibili dalle nuove modalità di lavoro – afferma Martina Mauri, Co-Direttrice dell'Osservatorio HR Innovation Practice -. Dalla ricerca emergono tre elementi fondamentali per una efficace strategia di "Connected People Care": coinvolgimento e responsabilizzazione delle persone, una maggiore diffusione di strumenti digitali e un ampio utilizzo dei dati raccolti attraverso le nuove tecnologie".

Con "Connected People Care" si intende l'insieme di pratiche HR che utilizzano i dati raccolti attraverso le tecnologie digitali per rispondere alle esigenze specifiche di ogni persona, migliorandone autonomia e coinvolgimento nei processi aziendali, e che permettono alla Direzione HR di mantenersi costantemente informata e "connessa" con l'intera organizzazione.

Un punto che però resta parzialmente scoperto è quello dell’amministrazione del personale, soprattutto in ottica Pmi.

Qui entra in gioco Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia con Giotto, una soluzione autorevole, pratica e collaborativa per Pmi e studi professionali che si dedicano dall’esterno all’amministrazione del personale.

La soluzione di Wolters Kluwer Italia consente di elaborare il budget del personale in modo automatizzato con un basso impatto per lo studio e l'azienda, grazie all'integrazione nativa con il motore di calcolo delle paghe in Giotto e grazie all'uso dei contratti precaricati.

La soluzione Giotto Budget del personale è utile per una gestione controllata dei costi relativi al personale. Per ogni azienda, anche gestita dallo studio professionale, il software quantifica il presunto costo del personale attraverso la simulazione degli scostamenti retributivi, effettuando proiezioni relative al personale.

L’innovativa soluzione si inserisce perfettamente nella suite Giotto che offre l’integrazione totale delle informazioni: caricamento, aggiornamento, manutenzione e tutta la parte contrattuale oltre alle tabelle retributive e contributive che vengono aggiornate automaticamente. Nella soluzione di casa Wolters Kluwer Italia per la parte previdenziale vengono proposte le aliquote contributive e i dati in vigore.

La fonte delle informazioni tabellari è una banca dati Wolters Kluwer che offre totale garanzia di qualità e tempestività di aggiornamento, oltre a fornire informazioni contestuali all’operazione in corso.

Giotto possiede una completezza di informazioni ineguagliabile data anche da una serie di tabelle pre-caricate e costantemente aggiornate.

La storicizzazione dei dati è un elemento importante nell’amministrazione del personale e Giotto memorizza, oltre ai dati contenuti nel cedolino, ogni tipo di informazione con una data di validità.

Giotto offre così alle Pmi e ai professionisti un modo ancora più flessibile per gestire gli adempimenti paghe, per condividere documenti e collaborare in trasparenza e semplicità con dipendenti e clienti.

Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia sa perfettamente che il lavoro smart, o ibrido, o liquido, ha una sola imprescindibile necessità: strumenti digitali all’altezza.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome