L’arte del “saper fare” per incrementare il reddito

Internet e banda larga. La trasformazione da una scuola auditorium a una scuola laboratorio dove la filosofia del “sapere” si trasformi nell’arte del “saper fare” passa anche da qui. Per Alessandro Musumeci, direttore gene

Internet e banda larga. La trasformazione da una scuola auditorium a una scuola laboratorio dove la filosofia del “sapere” si trasformi nell’arte del “saper fare” passa anche da qui. Per Alessandro Musumeci, direttore generale servizi automazione informatica e innovazione tecnologica del Miur, lo sforzo perché in Italia si torni a innovare passa dall’investire in capitale umano. Quello stesso misurabile in termini di capacità di sviluppare reddito. E qui l’Italia marca male, visto che rientra nella media europea, che parla di una cifra annua pari a 249mila euro, nettamente inferiore a quella di 510mila dollari registrata negli Stati Uniti. «Non va meglio nemmeno in termini di tasso di occupazione, livello retributivo, grado d’istruzione scolastica e durata media della vita lavorativa, che nel Vecchio Continente si attesta intorno a un anno e mezzo in meno rispetto a quanto accade Oltreoceano» ha aggiunto Musumeci. Che ha puntualizzato come il ministero per il quale lavora si stia adoperando per sanare almeno il terzo dei punti citati. «A oggi - ha spiegato il nostro interlocutore - sono state cablate l’84% delle scuole italiane. Stiamo integrando la rete delle Università con quella degli istituti scolastici nei quali abbiamo introdotto i collegamenti wireless. Nel 2003 abbiamo formato in Ict 196mila docenti e attivato sul sito Internet del ministero dell’Istruzione 300mila user name a loro uso e consumo. Sempre lo scorso anno - ha proseguito - sono stati creati 270mila stage, il 29% in più di quelli realizzati fra scuola e aziende nel 2002. Abbiamo ridotto dal 66 al 43% il tasso di abbandono degli studenti universitari e portato da 8,4 a 7,6 la media degli anni impiegati per laurearsi». Come a dire che molto si è fatto, ma ancora molto resta da fare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here