Home Aziende OpenAI L'AI entra nel mondo accademico: accordo fra OpenAI e Università dello Stato...

L’AI entra nel mondo accademico: accordo fra OpenAI e Università dello Stato dell’Arizona

L’Università dello Stato dell’Arizona (ASU) e OpenAI hanno recentemente annunciato una collaborazione rivoluzionaria, segnando un passo significativo nell’integrazione dell’intelligenza artificiale nell’istruzione superiore.

Questa partnership posiziona l’ASU come la prima università ad abbracciare pienamente le capacità avanzate dell’Enterprise ChatGPT di OpenAI, una piattaforma progettata per migliorare l’apprendimento, la creatività e i risultati degli studenti nel mondo accademico.

Il fulcro di questa partnership tra ASU e OpenAI è l’innovativa implementazione di ChatGPT Enterprise nell’ambito universitario. Questa versione di ChatGPT, lanciata ad agosto, offre maggiore sicurezza, privacy e un accesso più rapido alla tecnologia di OpenAI rispetto alle sue versioni precedenti.

L’ASU intende sfruttare ChatGPT Enterprise in vari modi, tra cui la creazione di avatar AI per assistere gli studenti, in particolare nei campi STEM, e per migliorare le competenze di scrittura nei corsi di grande dimensione come la Composizione per Matricole. L’università esplorerà anche il potenziale dell’AI generativa per potenziare la ricerca innovativa e semplificare i processi organizzativi.

A partire da febbraio, l’ASU incoraggerà il suo corpo docente e il personale a presentare proposte per gli usi più efficaci di ChatGPT Enterprise. Questa iniziativa mira a identificare e implementare applicazioni rivoluzionarie dell’AI nell’educazione e nella ricerca.

Un aspetto chiave di questa collaborazione è l’accento posto sullo sviluppo responsabile dell’AI. Il presidente dell’ASU, Michael Crow, sottolinea l’impegno dell’università a contribuire all’evoluzione responsabile delle tecnologie di apprendimento AI.

La privacy e le misure di sicurezza dei dati rappresentano un aspetto fondamentale della collaborazione. OpenAI ha garantito che i dati inseriti dall’ASU in ChatGPT Enterprise non saranno utilizzati per l’addestramento dei modelli e che i prompt saranno mantenuti privati e sicuri.

La partnership fa parte di una strategia più ampia di OpenAI per espandere la sua influenza oltre le aziende tecnologiche e mediatiche. Il COO di OpenAI, Brad Lightcap, ha espresso entusiasmo nell’apprendere dall’implementazione di ChatGPT nei programmi educativi dell’ASU.

L’università ha già dimostrato un forte impegno nell’innovazione AI, con il suo Knowledge Enterprise che ha 19 centri, iniziative e laboratori dedicati ai modelli AI. Questa collaborazione con OpenAI si basa sugli sforzi esistenti dell’ASU, inclusa la creazione di AI Acceleration – un team di tecnologi che crea strumenti AI di nuova generazione.

Questa partnership rappresenta una pietra miliare significativa nell’applicazione dell’AI nell’ambito accademico, potenzialmente rivoluzionando il modo in cui gli studenti apprendono e il corpo docente conduce la ricerca. Mentre ASU e OpenAI iniziano questo percorso, la comunità accademica attende con impazienza i risultati e le innovazioni che emergeranno da questa collaborazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php