La Ue di nuovo contro Microsoft

Alla società di Redmond una lettera di obiezioni. Si minacciano nuove sanzioni.

Dalla Commissione europea nuove prese di posizione formali nei confronti di
Microsoft.
Nella giornata di oggi, come si legge in un comunicato ufficiale,
il commissario alla concorrenza Neelie Kroes ha inviato una lettera di obiezioni
nella quale si sottolinea come la casa di Redmond non ha ottemperato ad alcune
disposizioni indicate nella sentenza del marzo 2004.

In particolare,
Microsoft non avrebbe presentato la documentazione completa ed esauriente
sull'interfaccia, dimostrando cioè un'interoperabilità non discriminatoria tra
pc e server con sistemi operativi anche diversi da Windows.

La
documentazione fin qui prodotta da Microsoft (1.500 pagine) viene considerata
insoddisfacente e pertanto la società rischia ulteriori sanzioni che si
preannunciano pesantissime.

Concretamente, si potrebbe parlare di tre
milioni di euro al giorno per il periodo 16 dicembre 2005 - 31 luglio 2006.


Si attendono sviluppi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome