Home Aziende Juniper Networks Juniper Networks lancia la piattaforma di networking nativa dell’AI

Juniper Networks lancia la piattaforma di networking nativa dell’AI

Juniper Networks, azienda specializzata nelle reti sicure AI native, annuncia la prima piattaforma di networking AI nativa, creata specificamente per sfruttare l’AI al fine di offrire la migliore esperienza possibile a operatori e utenti finali.

Addestrata grazie a sette anni di sviluppo di insight e data science, la piattaforma è stata progettata fin dall’inizio per garantire che ogni connessione sia affidabile, misurabile e sicura per tutti i dispositivi, utenti, applicazioni e asset.

Unica nel settore, l’AI-Native Networking Platform di Juniper unifica tutte le soluzioni di networking per campus, filiali e data center con un motore AI comune e Marvis, l’assistente di rete virtuale (VNA, Virtual Network Assistant). Ciò rende possibile l’utilizzo dell’AI per le operazioni IT (AIOps) end-to-end al fine di ottenere una visione completa, troubleshooting automatizzato e affidabilità della rete senza interruzioni. Questo consente ai team IT di poter spostare il proprio focus da operazioni ordinarie, come il mantenimento della connettività di rete di base, ad attività a valore aggiunto per garantire esperienze uniche e sicure a tutti gli utenti (studenti, personale, pazienti, ospiti, clienti e dipendenti).

Tale piattaforma – sottolinea Juniper – offre il massimo della semplicità e dell’affidabilità nelle operazioni Day 0/1/2+, con una riduzione fino all’85% dei costi operativi rispetto ai sistemi tradizionali. Garantisce, inoltre, l’eliminazione fino al 90% delle richieste di assistenza per problemi di rete, dell’85% degli interventi in loco del team IT e fino al 50% del tempo necessario per la risoluzione degli incidenti.

Rami Rahim, Chief Executive Officer di Juniper Networks
Rami Rahim, Chief Executive Officer di Juniper Networks

“L’intelligenza artificiale rappresenta il più grande punto di inflessione tecnologica raggiunto da quando esiste Internet e il suo impatto costante sul networking non può essere sottovalutato”, afferma Rami Rahim, Chief Executive Officer di Juniper Networks. “Noi di Juniper abbiamo potuto constatare direttamente come la nostra rivoluzionaria soluzione AIOps abbia fatto risparmiare tempo e denaro a migliaia di aziende a livello globale, offrendo al contempo un’esperienza d’uso eccellente. La nostra AI-Native Networking Platform segna una svolta ambiziosa per Juniper e per il nostro settore. L’estensione dell’AIOps dall’utente finale fino all’applicazione, nonché in ogni dominio di rete intermedio, costituisce un grande passo avanti per far sì che le interruzioni di rete, le richieste di assistenza e i tempi di inattività delle applicazioni siano solo un lontano ricordo”.

All’interno della piattaforma, Juniper ha introdotto diversi nuovi prodotti che innalzano il concetto di experience first grazie a operazioni IT più prevedibili, affidabili e misurabili con l’uso dell’intelligenza artificiale, reti data center semplificate e ad alte prestazioni, appositamente concepite per l’inferenza e l’addestramento dell’AI.

AI per il networking: il ruolo di Marvis VNA

La nuova AI-Native Networking Platform comprende due innovazioni per Marvis, definito dall’azienda l’unico assistente di rete virtuale sul mercato basato su Mist AI, con suggerimenti proattivi e operazioni autogestite, oltre a un’interfaccia conversazionale (che in alcuni casi utilizza l’intelligenza artificiale generativa). Grazie alle nuove funzionalità, clienti e partner Juniper possono godere di ancora maggiore automazione e insight.

Marvis Minis: l’esclusivo AI-Native Networking Digital Experience Twin che utilizza Mist AI per simulare in modo proattivo le connessioni utente per validare istantaneamente le configurazioni di rete e individuare i problemi in assenza dell’utente. Minis è in grado di simulare l’utente, il client, il dispositivo, il traffico applicativo per apprendere la configurazione di rete mediante machine learning non presidiato ed evidenziare proattivamente i problemi della rete. I dati generati da Minis sono passati continuamente al motore Mist AI, offrendo così un’ulteriore fonte di insight per garantire le migliori risposte AIOps.

Non è necessaria alcuna configurazione manuale in quanto Minis è sempre attivo e può essere implementato automaticamente durante i periodi di scarso utilizzo della rete (ad esempio, a mezzanotte durante i fine settimana) o attraverso eventi trigger (ad esempio, dopo una modifica alla configurazione di rete). Inoltre, a differenza dei gemelli digitali e dei test sintetici convenzionali, Marvis Minis è integrato direttamente nella rete, il che elimina la necessità di monitoraggio manuale e di analisi tramite sensori, client e applicazioni esterni.

L’assistente di rete virtuale Marvis per il data center: Juniper ha introdotto il primo e unico VNA AI nativo per il data center, che offre i migliori insight per l’intero ciclo di vita del data center con hardware di qualsiasi fornitore. Ad esempio, i problemi relativi a cablaggio, configurazione e connettività del data center con hardware di qualsiasi fornitore vengono evidenziati nell’interfaccia utente Marvis Actions (da Juniper Apstra), che suggerisce azioni proattive. Inoltre, l’interfaccia conversazionale di Marvis permette ai team IT di impostare query dirette e ricevere informazioni semplici dalla documentazione di prodotto del data center e dalla base di conoscenze usando l’AI generativa.

Le azioni sono visualizzate in un’unica interfaccia utente insieme ad analoghe azioni Marvis per l’accesso wired e wireless e per le SD-WAN sicure. Inoltre, la stessa interfaccia conversazionale Marvis è utilizzata per le query generative alla base di conoscenza per tutti i prodotti Juniper. Per la prima volta in assoluto, i clienti Juniper potranno disporre di un singolo VNA per avere visibilità totale e affidabilità in tutti i domini aziendali.

Networking per l’AI: reti scalabili e ad alte prestazioni per l’addestramento dell’AI e l’inferenza

Juniper sta ampliando la propria soluzione AI Data Center, che l’azienda descrive come il modo più veloce e flessibile per implementare cluster di inferenza e addestramento dell’AI ad alte prestazioni, nonché la più semplice da gestire con risorse IT limitate. La soluzione Juniper consiste di un’architettura data center spine-leaf con una base di switch QFX e router PTX gestiti da Juniper Apstra, la soluzione multivendor per la gestione, automazione e sicurezza del fabric data center. Grazie alle operazioni intent-based attraverso Apstra, al nuovo Marvis VNA per i data center e ai progetti AI convalidati, Juniper elimina molta della complessità della progettazione, implementazione e troubleshooting delle reti AI Data Center, permettendo ai clienti di fare di più con meno risorse IT. Inoltre, aggiunge l’azienda, la soluzione offre ai clienti livelli unici di flessibilità, evitando il rischio di essere legati a un solo fornitore grazie alla gestione di switch multivendor e all’impegno costante verso fabric Ethernet aperti e basati sugli standard.

Grazie ai vantaggi architetturali di AI Data Center, Juniper annuncia nuovi prodotti e funzionalità che renderanno possibile ancora maggiore velocità, efficienza e scalabilità:

  • Juniper Apstra è stato ampliato per offrire un’elaborazione ancora più veloce ed efficiente del traffico AI/ML su Ethernet, compresa la gestione della congestione, il bilanciamento del carico e il controllo del flusso.
  • Nuovi router PTX e line card basati su Express 5 silicon che puntano a offrire prestazioni, efficienza energetica e sostenibilità senza pari per rendere possibile la necessaria scalabilità massiva con capacità 800GE ad alta densità.
  • Un nuovo switch QFX che fornisce una capacità doppia rispetto alla generazione precedente. Si tratta del primo switch per data center prodotto da un OEM (Original Equipment Manufacturer) a essere annunciato che utilizza i più avanzati processori Broadcom Tomahawk 5 per 800GE.

Entrambe le nuove piattaforme PTX e QFX supportano la densità di porte 800GE e i necessari protocolli dell’infrastruttura AI, compreso RDMA over Ethernet (RoCE v2), per un networking AI data center energeticamente efficiente e scalabile.

Uno sguardo alla sostenibilità

La piattaforma Juniper – mette in evidenza l’azienda – supera i requisiti di sostenibilità senza che ciò impatti sulle prestazioni e sulla sicurezza. AIOps permette un troubleshooting efficiente da remoto, riducendo sensibilmente le trasferte, in alcuni casi fino all’85%. Inoltre, la piattaforma è composta da un hardware energeticamente efficiente che permette di minimizzare i consumi di energia ed è costruito in modo modulare così da semplificare eventuali riparazioni e rendere i prodotti più duraturi.

“Prima il nostro team IT passava ore a risolvere i problemi di rete, ma l’AI-Native Networking Platform di Juniper ha rivoluzionato tutto”, commenta Sajeev Nair, Senior Director Design & Build Engineering di ServiceNow. “Grazie agli insight basati su AI di Marvis e all’automazione, abbiamo riscontrato una riduzione del 90% dei problemi legati al wireless segnalati dai dipendenti e un calo significativo del tempo medio di risoluzione delle criticità. E questo ci permette di concentrarci su iniziative più strategiche. Ora, con Marvis Minis, saremo in grado di individuare e risolvere in modo proattivo i problemi prima ancora che l’esperienza utente ne sia intaccata. Un altro vantaggio straordinario è che Marvis Minis è completamente integrato nel nostro pacchetto Marvis VNA esistente e, pertanto, non servono hardware o software aggiuntivi. Per le operazioni di rete questa è una vera e propria svolta”.

“La piattaforma AI nativa di Juniper costituisce una soluzione completa per le organizzazioni che desiderano passare da una modalità di troubleshooting e gestione reattiva a una proattiva o predittiva”, afferma Bob Laliberte, Principal Analyst di Enterprise Strategy Group. “La combinazione di AIOps e di funzioni di test sintetico garantisce ambienti di rete altamente ottimizzati e disponibili. Juniper sta ampliando le funzionalità AI al data center combinando Marvis VNA e Apstra, in modo da offrire contestualizzazione completa e semplicità d’uso grazie alle interfacce conversazionali basate su AI. Inoltre, le soluzioni AI native e gli switch di Juniper possono essere applicate alle infrastrutture di rete GenAI di back-end. Le organizzazioni possono approfittare delle soluzioni convalidate di Juniper per accelerare l’adozione e il time to value di questi ambienti GenAI”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php