Juniper: fase II per il programma di canale

La società aggiorna i proprio programmi di canale, introducendo nuove figure professionali.

Strategia globale, applicazione locale. Questa è la sintesi dell'approccio di Juniper al mercato. Un approccio che sempre più richiede la presenza di partner qualificati sul territorio e che sempre di più ne richiede la differenziazione in base a specifiche competenze e impegni.

"Proprio questa esigenza di maggiore differenziazione - spiega David Small, responsabile del canale per l'area Emea - abbiamo deciso di modificare il nostro Juniper Partner Program, introducendo nuove declinazioni".

Tre sono le figure professionalic he entrano nell'ecosistema di partner Juniper: i Consultants, i Managed Services Provider e i Service Provider, che vanno dunque ad affiancarsi a distributori, global partner, alliance partner, Enterprise Solution Provider e Carrier Solution Provider.

Per ciascuna area operativa, il partner può scegliere per quale livello qualificarsi, in base alla tipologia di servizi e prodotti che vuol portare ai propri clienti.

"Per quanto riguarda i servizi, ad esempio - prosegue Small -, il partner può scegliere se fermarsi al livello operativo, vale a dire alla prima e seconda linea di intervento sul cliente, oppure se specializzarsi ulteriormente e proseguire verso il livello di Implementazion e Plan & Design. Quest'ultimo è un livello che attiveremo nel corso del terzo trimestre dell'anno e richiede al partner non solo di saper supportare il proprio cliente, ma di saper ragionare in termini di best practice e di condivisione degli obieittivi".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here