ItWay migliora in un semestre difficile

Una semestrale caratterizzata dal calo del fatturato, compensato però dal netto miglioramento di tutti gli indici reddituali.

Alla fine della scorsa settimana, il Consiglio di Amministrazione di Itway SpA ha approvato la relazione finanziaria relativa al primo Semestre dell'esercizio sociale che va dal 1° ottobre 2010 al 30 settembre 2011).
Nel periodo in esame, i ricavi registrano una lieve flessione, passando da 62,7 a 60,6 milioni di euro. Un calo che la società attribuisce al persistere dei rinvii su importanti progetti di investimento, soprattutto nel nostro Paese.
Migliorano invece i margini reddituali. Rispetto al pari periodo del precedente esercizio, l'Ebitda passa da 973.000 a 1,4 milioni di euro, con un incremento del 49,8%, l'Ebit passa a sua volta da 468.000 a 985.000 euro, in questo caso con un incremento del 110,5% e infine il risultato netto passa da una perdita di 323.000 euro a un utile netto di 71.000 euro, in crescita del 122%.

In particolare, per quanto riguarda le attività sul fronte della distribuzione a valore aggiunto, che rappresenta l'area core del gruppo, si parla di ricavi per 51,7 milioni di euro, in lieve calo rispetto ai 52,4 milioni di euro del pari periodo dell'anno precedente, compensati da una forte crescita dei margini operativi, con un Ebitda che passa da 849.000 a 1,1 milioni di euro, un Ebit che passa da 474.000 a 838.000 euro e un utile netto pari a 156 mila euro, in miglioramento rispetto al risultato negativo per 144 mila euro dell'esercizio precedente.

Positivo l'andamento delle attività della controllata turca Itway Turkiye, che conferma il trend di crescita in atto sin dalla sua costituzione, con ottime prospettive anche per il secondo semestre. In recupero la controllata iberica Itway Iberica, che mostra miglioramenti sia in volumi sia in redditività. Cominciano a dare risultati le attività di ristrutturazione della controllata greca Itway Hellas, così come migliora le performance la controllata francese Itway France, pur non avendo ancora raggiunto un equilibrio economico.

Per quanto riguarda infine la controllata Business-e. che opera sul mercato dei servizi professionali, si parla di ricavi per 8,8 milioni di euro, in calo rispetto ai 10,3 milioni di Euro del corrispondente semestre dell'esercizio precedente, anche a causa del taglio dei costi esternalizzati da parte del suo principale cliente e del rinvio di alcuni importanti contratti. Risultano però in crescita sia Ebitda sia Ebit, passati rispettivamente da 124 mila Euro a 270 mila Euro e da -6 mila Euro a +147 mila Euro.

Per quanto riguarda infine le prospettive di sviluppo, la società conta di recuperare volumi e margini nel secondo semestre anche
grazie alla distribuzione del marchio Ibm.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome