Home Prodotti Sicurezza In Italia sette aziende su dieci usano l’IoT, più del resto del...

In Italia sette aziende su dieci usano l’IoT, più del resto del mondo

L’uso delle piattaforme IoT aziendali sta crescendo di anno in anno in quasi tutti i settori: nel 2019, il 61% delle aziende a livello globale, e il 69% in Italia, ha implementato applicazioni IoT.

È quanto emerge dal report With superpower comes super responsibility: benefits and challenges of IoT in business di Kaspersky

La tecnologia sta offrendo alle aziende numerosi vantaggi tra cui notevoli risparmi economici, nuove fonti di reddito e una maggiore efficienza produttiva. Dall’indagine è emerso, inoltre, che il 42% delle organizzazioni europee si trova a fronteggiare incidenti di sicurezza informatica che hanno come obiettivo proprio i dispositivi connessi. Questo dato conferma la necessità di proteggere con attenzione le applicazioni IoT.

L’Internet of Things sta potenziando notevolmente la tecnologia. Gartner ha previsto che avremo circa 25 miliardi di connessioni IoT entro il 2025. L’Internet of Things incrementa il livello di comfort delle nostre abitazioni e delle nostre città, aiutandoci a risolvere i problemi relativi alla disponibilità di risorse e consentendo alle organizzazioni di misurare le performance di produzione, introdurre l’automazione e aumentare l’efficienza. Tutti questi benefici rendono l’IoT un sistema critico che va protetto al fine di evitare che l’impatto positivo dell’IoT su imprese e persone venga annullato.

Dal report di Kaspersky è emerso come l’uso delle piattaforme IoT sia aumentato in quasi tutti i settori, in Italia e nel mondo: la crescita più significativa è stata registrata nei settori hospitality (dal 53% nel 2018 al 63% nel 2019), healthcare (dal 56% al 66%) e finanza (dal 60% al 68%). A partire dal 2019, i settori dell’IT, telecomunicazioni (71%) e finanza (68%) hanno adottato l’IoT più di ogni altro mercato verticale. Le piattaforme di IoT vengono impiegate in diverse case studies tra cui le smart cities, le reti elettriche, la misurazione, il trasporto e la logistica, nonché la produzione automatizzata e il riscaldamento, la ventilazione e la climatizzazione (HVAC).

L’incremento nell’utilizzo dell’IoT non è stato scoraggiato dai potenziali rischi e incidenti legati alla sicurezza informatica. Dall’indagine di Kaspersky è emerso infatti che, l’anno scorso, il 42% delle aziende che utilizza piattaforme IoT ha dichiarato di aver subito incidenti che hanno coinvolto dispositivi connessi ma non informatici.
Questi incidenti possono essere critici in quanto i sensori e i dispositivi intelligenti raccolgono terabyte di dati, comprese informazioni sensibili come i dati aziendali o le informazioni personali dei clienti. Inoltre, le piattaforme IoT possono essere collegate a sistemi critici come il traffico, i processi energetici e di trasporto, quindi è fondamentale garantire la loro continuità e integrità.

Per sfruttare in modo sicuro le funzionalità e i vantaggi dell’IoT, Kaspersky suggerisce alle organizzazioni di valutare il livello di sicurezza di un dispositivo prima della sua implementazione. La preferenza dovrebbe cadere su quei dispositivi che dispongono di certificati di sicurezza informatica e per i prodotti di vendor attenti a questo aspetto.

Essenziale anche condurre regolari audit di sicurezza e fornire al team di sicurezza responsabile della protezione dei sistemi IoT informazioni aggiornate sulle minacce.

Si deve inoltre stabilire le procedure per ottenere informazioni sulle vulnerabilità rilevanti nei software e nelle applicazioni e sugli aggiornamenti disponibili per garantire risposte adeguate e tempestive a qualsiasi incidente.

Indispensabile anche implementare soluzioni di cybersecurity progettate per analizzare il traffico di rete e rilevare e prevenire gli attacchi di rete rivolti all’IoT, quindi integrare l’analisi nel sistema di sicurezza della rete aziendale. Infine, laddove possibile è consigliabile utilizzare dispositivi IoT che siano sicuri by design.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php