Home iOS: come creare un Promemoria geolocalizzato

iOS: come creare un Promemoria geolocalizzato

Una delle comodità introdotte nell’app di sistema Promemoria è la possibilità di definire “cose da fare” geolocalizzate, ossia impostate in base alla posizione dello specifico dispositivo iOS. L’opzione è utile sostanzialmente per iPhone: è vero che anche iPad può definire la propria posizione identificando le reti Wi-Fi che lo circondano, però in questo modo la localizzazione non è abbastanza precisa, almeno a priori.

Un promemoria geolocalizzato serve a ricordarci di compiere una certa azione quando stiamo arrivando a (o lasciando) un determinato luogo. Apple ha reso l’opzione volutamente semplice e questo è allo stesso tempo un vantaggio e uno svantaggio. Un vantaggio perché la semplicità porta a usare spesso la funzione, uno svantaggio perché talvolta si vorrebbe una maggiore elasticità di quella offerta da Apple.

Creare un geo-promemoria

Per creare un promemoria geolocalizzato basta definirlo come uno qualsiasi, lanciando l’app e poi cliccando l’icona con il segno più (+). Mentre scriviamo il promemoria appare un’altra icona con la “i” di informazioni: tocchiamola per arrivare al pannello Dettagli.

promemoriaQui facciamo scorrere il cursore Ricordamelo in un luogo: attivandolo appare la voce Posizione, che porta a un altro pannello in cui definire la posizione di riferimento del promemoria. Può essere quella dove ci troviamo (Posizione attuale) o un indirizzo a piacimento. In ogni caso apparirà una piccola mappa con il classico “spillone” centrato sulla posizione scelta: possiamo ingrandire o rimpicciolire il circoletto azzurro che lo circonda, il raggio minimo è comunque cento metri.

A questo punto il gioco è fatto, basta scegliere tra le due opzioni Quando arrivo, che ci avvisa quando entriamo nell’area del circoletto, o Quando parto, che all’opposto ci avvisa quando lasciamo l’area.

Cosa manca

La funzione di geolocalizzazione dei promemoria è un buon punto di partenza. La possiamo considerare adeguata come funzione gratuita di sistema, per andare oltre ci sono app e anche accessori hardware separati.

Un passo successivo è costituito da app come Don’t Leave it, che seguono lo stesso approccio dei promemoria ma lo semplificano come impostazione dei parametri e garantiscono una maggiore precisione (il minimo della distanza rilevata è una decina di metri) usando anche l’accelerometro dell’iPhone per valutare i nostri spostamenti, non solo il GPS.

Se poi lo scopo è localizzare più precisamente gli oggetti, come fa Apple per Trova il mio iPhone e ora anche per gli AirPods, ci sono accessori hardware che aggiungono “targhette” wireless agli oggetti che non dobbiamo dimenticare. Ma qui entriamo nel novero delle soluzioni a pagamento.

Don’t Leave It!
Don’t Leave It!
Developer:
Price: Free+

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php