Intelligence e analytics: il cuore di Sas è anche mobile

Nella quinta edizione italiana del Sas Forum, focus sul valore dei partner e su un’offerta che non può esimersi dall’essere a portata di mano.

Anticipata da ottobre a maggio, numericamente arricchita di conferenze, testimonianze, workshop tematici e sessioni dimostrative, si è svolta a Milano la quinta edizione italiana del Sas Forum. Un'edizione premiata da una nutrita partecipazione di pubblico (circa un migliaio gli iscritti all'evento - ndr) che hanno seguito il management dell'azienda intenta, ancora una volta, a porre l'attenzione su intelligence e analytics così che i dati da cui deriva la leadership di un'azienda siano trasparenti e misurabili. Una filosofia, quest'ultima, sempre più spinta in Sas intenta come non mai, in questo 2010, a puntare su master class e sessioni di formazione sulla propria piattaforma a uso e consumo, come sottolineato da country manager Marco Icardi, di partner sempre più coinvolti nel portare innovazione nei progetti di business.

È proprio il padrone di casa a portare l'attenzione degli astanti su quattro nuove soluzioni frutto di input provenienti dal mercato e che, a livello progettuale, sono andate ad arricchire la piattaforma Sas. «Parliamo - è la precisazione - di Sas Social Media Analytics, di soluzioni per rispondere alle esigenze di compliance e di validazione dei rischi per le assicurazioni in tema di Solvency2, ma anche di ottimizzazione dei carichi di lavoro e di utilizzo delle risorse aziendali in ambito di Workforce & Planning». A tener banco e a destare la nostra attenzione è però Sas Mobile, la nuova applicazione interattiva basata su smartphone presentata al Global Forum di Seattle un mese fa e in arrivo entro fine anno anche sul mercato italiano.

Ne abbiamo parlato con Giorgio Dossena (nella foto) che, in qualità di product manager Business intelligence, ne denota i primi confini sottolineando, per prima cosa, «che il mobile non è la panacea di tutti i mali, bensì, una modalità ottimale per chi desidera avere letteralmente a portata di mano “informazioni di sintesi”, come possono essere l'andamento del portafoglio investimenti del cliente e la presenza di eventuali punti critici sui quali intervenire. Ben coscienti che il dispositivo mobile non è adatto all'analisi, ma alla fruizione dei dati».
Disponibile, per il momento, su iPhone, BlackBerry e Windows Mobile «senza alcuna preclusione alla piattaforma Symbian o Android, qualora il mercato dovesse richiederlo», parliamo di un'applicazione interattiva richiesta in primis dal mondo Finance «ma spalmabile in maniera cross su tutti i mercati», e a uso e consumo di forza vendita e top management «quest'ultimo - precisa Dossena - fortemente interessato a condividere da qualsiasi luogo informazioni qualificate provenienti da fonti diverse e funzionali al poter prendere decisioni in tempo reale».

Qui il grado di differenziazione proposto da Sas, rispetto al resto del mercato, consiste proprio nella possibilità di analizzare le informazioni a livello di Sla garantiti, «facendo partire processi analitici - conclude Dossena - che vanno ben oltre la semplice estrazione delle informazioni presenti nel database aziendale». I modelli di forecast strutturati per permettere ai clienti di intervenire anche attraverso dispositivo mobile, fanno il resto. Non per niente, come più volte sottolineato da Icardi, «oltre il 20% del fatturato worldwide di Sas viene investito ogni anno nell'implementazione di nuove soluzioni, ma anche nell'ampliamento dell'esistente e nel portare in luce soluzioni di nicchia che permettano di aggredire anche nuovi mercati».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome