Home Digitale Intel Industrial Summit 2020, nuove funzionalità per edge e IoT

Intel Industrial Summit 2020, nuove funzionalità per edge e IoT

In occasione di Intel Industrial Summit 2020, sono state annunciate oggi nuove e più potenti funzionalità per l’edge e IoT.
I processori Intel Core di undicesima generazione, Intel Atom Serie x6000E e Intel Pentium e Celeron Serie N e J presentano nuove funzionalità di intelligenza artificiale, sicurezza, functional safety (sicurezza funzionale) e calcolo in tempo reale per clienti di prodotti edge.
Con un ampio portfolio di hardware e software Intel fornisce soluzioni affidabili per un mercato, quello dei chip per l’edge computing, che si prevede raggiunga i 65 miliardi di dollari nel 2024.

Intel collabora fianco a fianco con i clienti per costruire prototipi, ottimizzare soluzioni e raccogliere feedback in corso d’opera, Le innovazioni offerte dai processori Intel rappresentano una risposta alle sfide che il settore dell’IoT sente maggiormente: edge complexity, costi di esercizio (TCO) e una serie di condizioni ambientali.

Riunendo l’esperienza comune degli sviluppatori, il software e strumenti quali gli Edge Insights for Industrial dell’Edge Software Hub e la Intel Distribution del toolkit OpenVINO, Intel aiuta clienti e sviluppatori ad arrivare più rapidamente sul mercato e a fornire risultati migliori grazie a pacchetti ottimizzati e containerizzati che abilitano percezione, visione, automazione e altre applicazioni edge trasformative.

Partendo dai processori client recentemente annunciati, Intel Core di undicesima generazione è specificamente potenziato per applicazioni IoT essenziali che richiedono elevate velocità di elaborazione, computer vision e calcolo deterministico a bassa latenza.
I nuovi video decode box consentono al processore di gestire fino a 40 streaming video contemporaneamente a 1080p e 30 fotogrammi al secondo e un output di un massimo di quattro canali video 4K o due canali video 8K. Gli algoritmi di inferenza dell’AI possono gestire fino a 96 unità di esecuzione grafica (INT8) o essere eseguiti sulla CPI con VNNI integrato. Con le tecnologie Intel Time Coordinated Computing e Time Sensitive Networking, questi processori sono in grado di gestire il calcolo in tempo reale fornendo prestazioni deterministiche in una varietà di casi d’uso. Nel settore industriale: sistemi di controllo mission-critical (PLC, robotica etc.), PC industriali e interfacce uomo-macchina. Per il retail, banche e ospitalità: segnali digitali intelligenti e immersivi, punti di informazione interattivi, casse automatizzate. Sanità: dispositivi di imaging medicale di nuova generazione con display ad alta risoluzione e diagnostica basata su AI. Smart city: video registrazioni su rete intelligente con inferencing AI e analitiche integrate.

A fianco dei Core, Intel ricorda l’importanza di Atom Serie x6000E e Intel Pentium e Celeron Serie N e J che rappresentano la prima piattaforma di Intel potenziata per l’IoT.
Questi processori hanno diverse tipologie d’uso: sistemi di controllo in tempo reale e dispositivi conformi ai requisiti di sicurezza funzionale per i robot industriali, oltre che per applicazioni chimiche, su impianti petroliferi e di controllo delle reti elettriche. Comandi di veicoli, monitoraggio flotte e sistemi di gestione che sincronizzano gli input di molteplici sensori e azioni dirette su autobus, treni, navi e autocarri semi-autonomi. Display medicali, carrelli, robot di servizio, macchine ultrasoniche di base, portali e totem che richiedono AI e computer vision con consumi energetici ridotti. E infine, sistemi di punto vendita fissi e mobili per il retail e ristoranti a servizio rapido con grafica ad alta risoluzione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php