Il test di 6 PC Card FireWire – parte 2

Sul lato del sistema operativo, le unità disco, che usano interfacce parallele (solitamente IDE) richiedono anche uno strato software che esegue la conversione da seriale (FireWire), a parallelo e viceversa. Si tratta del Serial Bus Protocol che …

Sul lato del sistema operativo, le unità disco, che usano interfacce
parallele (solitamente IDE) richiedono anche uno strato software che esegue
la conversione da seriale (FireWire), a parallelo e viceversa.

Si tratta del Serial Bus Protocol che converte i comandi provenienti
da un’unità disco SCSI in modo che possano viaggiare su un’interfaccia
IEEE 1934. Poiché di norma il disco esterno non è di tipo SCSI,
la scatola esterna che lo contiene dovrà anche eseguire una conversione
da IDE a SCSI via hardware per poi utilizzare il protocollo SBP2 nel colloquio
con il PC attraverso il cavo FireWire.

All’interno del pannello di controllo, i dischi montati in questa maniera
non figureranno nell’elenco delle unità disco, bensì in
una speciale categoria chiamata, appunto SP2.

Tutte queste trasformazioni a volte non producono l’esito sperato e
può capitare che il disco non sia accessibile. Se pensate
di collegare un disco esterno all’interfaccia FireWire, vi consigliamo
dunque di prendere un’unità appositamente predisposta allo scopo.
Se invece volete riciclare un disco di un desktop e metterlo in uno scatolotto
esterno che comperate allo scopo, vi consigliamo di restare nel dominio dell’USB
2.0 al fine di evitare sorprese.

C’è un’altra particolarità in merito al
protocollo SBP2
: non garantisce l’accesso continuato al disco
da parte di un determinato sistema. Perciò in una rete locale FireWire
con un disco direttamente connesso alla rete è probabile che si verifichino
conflitti.

Se avete l’obiettivo di condividere il disco tra più computer
vi consigliamo di collegarlo a uno di questi e di utilizzare gli strumenti di
condivisione di Windows, oppure di acquistare un dispositivo che disponga di
un “bridge” FireWire al proprio interno e che gestisca direttamente
la connessione contemporanea a due computer.

Questo genere di dischi dispone di almeno due prese FireWire a cui i due PC
si connettono direttamente, creando al contempo una rete locale tra i due. I
dischi esterni, di norma, dispongono di alimentazione autonoma.

Nel caso richiedessero alimentazione diretta dalla PC Card è bene assicurarsi
che quest’ultima preveda la presa per un alimentatore esterno opzionale
da 12 volt visto che la potenza disponibile dal bus PCMCIA del notebook è
insufficiente per pilotare un disco ed è comunque inferiore al valore
di 1,5 ampere previsti dal bus FireWire.

La gran parte delle schedine provate dispongono di tale presa aggiuntiva che
diventa ancora più importante nel caso di schedine ibride, come nel caso
della Magnex Combo Card che unisce due porte USB 2.0 e due porte FireWire. A
questo riguardo, notate che anche le schedine USB dispongono spesso di alimentazione
supplementare, ma a 5 volt. Perciò se acquistate una scheda ibrida con
porte USB e FireWire, assicuratevi che la presa di alimentazione sia tarata
per 12 volt.

E' possibile utilizzare due porte FireWire per collegare direttamente
due PC in rete locale
. All’occorrenza la rete può anche
essere allargata utilizzando un hub FireWire che crea un concatenamento tra
le diverse unità e che può anche connettere periferiche.

Nella nostra prova abbiamo utilizzato, a titolo di esempio un hub Sitecom che
monta 6 porte. Mediante l’hub si possono quindi collegare sino a 6 oggetti
alla stessa rete, che possono essere computer o periferiche. Se non avete un
hub, potete creare una rete a due collegando direttamente i PC. Sia nel caso
di collegamento diretto, sia nel caso di collegamento via hub, si utilizza il
cavo classico FireWire.

Una volta inserita l’interfaccia FireWire nel PC, è sufficiente
inserire il cavo ai due estremi e il gioco è fatto. Funziona naturalmente
anche nel caso di prese a 4 poli su entrambi i lati, visto che bastano quattro
fili per realizzare la connessione. La rete opera alla massima velocità
consentita dallo standard: 400 Mbps.

Il costo delle schedine provate varia in funzione della composizione del kit,
ma si mantiene in ogni caso all’interno di una gamma molto accessibile.

Quasi tutte incorporano almeno un cavo e il Trust FireWire Video kit (DV 410)
ne ha due: uno con 6 poli su entrambi i lati per alimentare periferiche esterne
e uno da 6 a 4 per collegarsi alla videocamera.

In generale è preferibile avere entrambi i cavi oppure il cavo da 6-6
perché vi offre la maggiore flessibilità d’uso, anche se
sarà necessario acquistare un adattatore aggiuntivo da 6 a 4 per collegarsi
alla videocamera. La dotazione aggiuntiva di software è interessante,
ma non essenziale visto che Windows XP già fornisce un programma gratuito.

In termini di prestazioni, che abbiamo misurato trasferendo
una grande quantità di dati su un disco esterno, tutti e sei i prodotti
si sono dimostrati equivalenti e di poco inferiori (30%) rispetto a un’interfaccia
FireWire nativa, direttamente integrata sulla scheda madre del notebook.

Alla pari dei loro equivalenti nel mondo USB, gli hub FireWire
consentono di aumentare il numero di dispositivi collegati a una singola interfaccia.
Ne abbiamo provato un solo modello a titolo esemplificativo, dotato di sei porte
e di alimentazione propria più cavo da 6-6 poli al costo di 69,99 euro.

L’inserimento dell’hub ha di poco ridotto le prestazioni della
connessione (10 percento nel peggiore dei casi) e non ha creato nessun inconveniente
nelle diverse operazioni eseguite, compresa la connessione in rete.

Quando si collega un disco all’hub con due o più computer in
rete, possono verificarsi conflitti nell’accesso, dunque è preferibile
collegare il disco direttamente a uno dei sistemi e condividerlo con i meccanismi
previsti da Windows oppure acquistare un disco che già disponga al proprio
interno una funzione di ponte (bridge) tra due computer, nel qual caso l’hub
è superfluo.

Di seguito le carateristiche tecniche dell PC Card provate:

Produttore Hamlet Magnex Magnex Sitecom Vivanco Trust
Modello FireWire PCMCIA FireWire 1934 VP-9709 1394a & USB 2.0 Combo Card Bus PC Card VP-97289 FireWire Notebook Kit Cardbus Firewire Kit FireWire Video Notebook kit DV410
Prezzo euro (IVA compresa) 27 29 29 59,99 33,9 69,95
Prese 6 pin 2 2 1 2 3 3
Miniprese 4 pin     1      
Prese USB 2.0     2      
Aliment. sup. no
Cavo firewire 4-6 no no no
Cavo firewire 6-6 no no no
Dotazione software Ulead Video Studio 6 Basic Ulead Video Studio 6 Basic   Adobe Premiere 6.0 Light Version Video Deluxe Clip video e audio Ulead Video Studio 5.0 con piccolo manuale
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here