Il test dell’Intel Pentium Extreme Edition 955

Sul finire dell’anno 2005 Intel ha lanciato sul mercato il nuovo processore dual core Extreme Edition 955, che rappresenta la “punta di diamante” della nuova famiglia Pentium: l’aspetto che sicuramente colpisce di questa nuova s …

Sul finire dell’anno 2005 Intel ha lanciato sul mercato il nuovo processore
dual core Extreme Edition 955, che rappresenta la “punta di diamante”
della nuova famiglia Pentium: l’aspetto che sicuramente colpisce di questa
nuova serie è il processo produttivo, si tratta infatti della prime CPU
prodotte a 65 nanometri rispetto ai 90 finora utilizzati.

Diversamente dai “vecchi” Pentium D, basati su core Smithfield,
la nuova famiglia è stata sviluppata su core Presler: i due core sono
stati posizionati su due blocchi di silicio differenti, al fine di ottimizzare
il processo produttivo.

Dal punto di vista tecnico il nuovo processore dual core di Intel presenta
un Front Side Bus da 1.066 MHz, fino ad oggi utilizzato in tutte le piattaforme
Extreme Edition a singolo core.

Il lancio di questa CPU è stato seguito da quello di un nuovo chipset,
si tratta del 975x, in grado non solo di supportare correttamente le caratteristiche
dell’EE 955 ma anche di rendere possibile l’utilizzo di DDR2-800.

Tutti i processori della nuova famiglia 9xx, saranno in grado non solo di
fornire un supporto per le tecnologia di virtualizzazione (utile per l’emulazione
di più sistemi operativi) ma anche per EM64T (Extended Memory 64 Technology)
il supporto ai 64 bit di sistemi operativi.

Caratteristiche tecniche
Produttore: Intel
Modello: Pentium EE 955
Frequenza: 3,46 GHz (per ogni core)
Socket: 775
Processo produttivo: 65 nm
Numero di transistor: 380 milioni
Cache L1: 16KB + 16KB
Cache L2: 2048KB + 2048KB

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here