Il Software-defined Storage InfiniBox nel listino di Avnet

È un accordo per offrire InfiniBox al canale italiano l’accordo siglato da Avnet con Infinidat, Software-defined Storage company statunitense presente nel nostro Paese con una filiale diretta dal 2015, alla cui guida, in qualità di country manager, Infinidad_Mirandaè stata chiamata Daniela Miranda, un bagaglio di competenze importante costruito in aziende del calibro di Storagetek, Sun Microsystems, Mauden, IBM, Quantum e QStar, dopo un passato di consulenza in Gartner e IDC.

Soluzione di nuova generazione di classe enterprise, la peculiarità di InfiniBox, che nell’offerta sul sito del produttore è declinata nelle famiglie F2000, F4000 ed F6000, consiste in un modello di vendita basato su capacity on demand e, per questo, allineato alla crescita del business di vertical, come servizi finanziari ed energy. In accordo con i più recenti trend evolutivi, la proposta di casa Infinidat separa, infatti, il software dall’hardware per preservare l’investimento complessivo in azienda nell’implementare soluzioni di protezione dati ad alte prestazioni.

Considerato ideale per ambiti di applicazione come VmWare, Sap, Oracle Erp, Exchange e ambienti virtualizzati, compresi progetti di big data analytics, OpenStack e backup, InfiniBox garantisce una disponibilità del 99,99999%, la possibilità di consolidare capacità multi-petabyte in un unico rack, insieme a una continua protezione dei dati e numerosi livelli di automazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here