Il Saas è una bandiera per Serena

La società rilascerà come servizio tre soluzioni: Mariner, Business Mashups e gli strumenti Agile. E usa il SaaS anche al proprio interno.

Il primo passo verso l'offerta di una linea completa di soluzioni SaaS di Serena Software sarà la disponibilità on-demand di Mariner entro la fine del mese. Si tratta di uno strumento che garantisce la visibilità sullo stato e sulle metriche dei progetti per assicurare che le persone giuste si occupino dei progetti giusti al momento giusto. I prezzi che partono da 18 dollari per utente al mese.

Successivamente toccherà a Serena Mashup Composer a essere messo a disposizione con un abbonamento mensile, e verso la fine dell'anno, Serena presenterà la suite completa di strumenti per la gestione del ciclo di vita delle applicazioni fruibile come servizio. Si tratta di strumenti che consentiranno ai dipartimenti It e Isv di gestire i progetti di Agile con il servizio on demand, via Web.

E Serena ha deciso di adottare il modello SaaS anche internamente e sta facendo un ampio uso delle funzionalità on-demand. La società ha implementato OpSource per i servizi di infrastruttura, Aria Systems per la fatturazione, MarketBright per l'automazione di marketing, Salesforce per l'ottimizzazione della forza di vendita, Omniture per le analisi Web, Postini per le funzionalità anti-spamming, Facebook per la Intranet, Brightcove per lo strumento di marketing proprietario dell'azienda, MashupTv, Mediaroom per i comunicati stampa, LucidEra per le analisi di business e HiveLive per le comunità online.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome