Il notaio parla in videoconferenza

Così Notartel usa la videocomunicazione sulla Rete unitaria del notariato.

Notartel è la società informatica del notariato nazionale, fatto da circa 4.800 studi professionali. Gestisce la Rete unitaria del notariato (Run) che è parte della Rete unitaria della Pubblica amministrazione (Rupa).

Recentemente ha messo a punto un progetto per l'interconnessione audio video degli uffici notarili.

Basandosi sulla rete Ip, che già consentiva ai notai di dialogare con la Pubblica amministrazione, è stata creata una soluzione che consente al comitato esecutivo e allo staff di comunicare con le sedi distaccate, e alle Scuole di notariato di trasmettere eventi formativi in tempo reale.

Componente attiva del progetto sono le soluzioni di Tandberg per la tenuta di sessioni di multivideoconferenza per le sale riunioni istituzionali e per le 16 scuole del notariato italiane.

Il progetto di videoconferenza, sviluppato in collaborazione con Vrm Italia è costituito da sistemi Tandberg 3000 a doppio schermo e ad alta banda trasmissiva per le sale riunioni, e da sistemi desktop 1000 e set-top-box 550 all'interno di una rete convergente.

Un'unità di controllo multipunto consente di collegare fino a 16 postazioni video e 16 postazioni audio nell'ambito della medesima sessione di videoconferenza.

Alla rete Run è stata integrata la telefonia basata su
Ip ed è prevista l'integrazione anche della telefonia mobile nelle sessioni di
videoconferenza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome