Il 2002 sarà l’anno d’oro dei videogiochi

Una società di ricerca stima un successo clamoroso per i videogame. Nonostante questo il taglio dei prezzi porta qualche problema a Microsoft

I videogame vanno a gonfie vele. Secondo i dati di Informa Media Group alla fine di dicembre le vendite mondiali raggiungeranno il record di 31 miliardi di dollari. Il merito però non è di giochi particolarmente innnovativi, ma soprattutto dell'uscita delle nuove console che hanno trainato le vendite. La società di ricerca stima che entro la fine del 2002 saranno venduti 70,4 milioni di esemplari, per introiti pari a 22 miliardi di dollari. Al primo posto c'è PlayStation 2, con 48 milioni di pezzi seguita da GameCube con 15,5 e Xbox con 7. Lo sviluppo delle console dovrebbe frenare il segmento di pc e palmari, mentre buona è la situazione dei giochi online che dovrebbero raddoppiare gli introiti raggiungendo quota 873 milioni di dollari.
Nonostante le buone notizie rimane difficile la situazione di Microsoft che secondo la rivista Red Herring avrebbe intenzione di lanciare il prossimo anno una nuova versione di Xbox da 500 dollari che dovrebbe includere anche funzionalità di registrazione video digitale.
Intanto, la società di Bill Gates, proprio a causa di Xbox, dovrebbe perdere in quest'anno fiscale 750 milioni di dollari che dovrebbero diventare 1,1 miliardi l'anno prossimo. Sempre secondo Red Herring, al prezzo attuale (199 dollari e 299 euro) Microsoft perde circa 150 dollari per console. Il costo di produzione, infatti, sarebbe di 325 dollari.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome