ICity Rate – Smart City? L’Italia è delle piccole capitali

Milano che accelera, Bologna e Firenze sono le città più smart d’Italia secondo ICity Rate 2015, l’indagine annuale realizzata da Forum Pa con la collaborazione di Openpolis sulla base di 150 indicatori statistici.
Molto interessanti i risultati della top ten dietro al podio, che vede, nell'ordine, Modena, Venezia, Parma, Reggio Emilia, Trento, Padova e Trieste. Torino è undicesima, Roma arranca (21ma) e Napoli addirittura 78ma.
Il rapporto ICityRate, presentato a Smart City Exhibition in BolognaFiere, quest'anno ha allargato l'indagine alla legalità, che si aggiunge alla altre sei dimensioni: economy, living, environment, people, mobility e governance. Curioso notare le posizioni metropolitane nella legalità: Se Venezia è 38ma, Bologna si trova al posto 67, Milano 70, Firenze 71, Torino 77, Roma 97 e Napoli 106ma su 106.

Legalità: Roma 97ma su 106 capoluoghi
Spicca il rafforzamento al vertice di Milano, che mantiene la prima posizione e passa dai 623 punti dello scorso anno agli attuali 638. Viene confermata la supremazia nelle dimensioni economica, living, people (dove è prima), mobilità (4a).
Roma ha una posizione alta per economy (3a) e people (9a), ma le terribili situazioni dell'environment (85°) e della legality (97ma) la fanno scendere alla 21° posizione, perdendo ben 9 posti rispetto al 2014.

Alte Emilia-Romagna e Triveneto
Spicca molto che anche quest’anno sei delle dieci città al top non sono città metropolitane ma città di medie dimensioni che però vanno a costituire, di fatto, l’ossatura più robusta del nostro sistema urbano. Non si tratta delle semplice equazione del “piccolo è bello”, basata sui parametri della qualità della vita ma, molto spesso, di risultati che provengono da caratteristiche strutturali importanti. Ad esempio Modena, la prima città tra le aree non metropolitane, è 4° in assoluto in Italia per performance economiche. Posizione raggiunta grazie al secondo posto, in assoluto, per direzionalità (Imprese con 250 addetti o più per 10.000 imprese), il 4° posto per internalizzazione produttiva, il 5° per comportamenti innovativi (imprese start up innovative e contratti di rete per 10.000 imprese).
Sempre nell'economy Trieste è sesta con Pordenone decima, Modena quinta e Reggio Emilia ottava.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome