Ibm e 3Com si scambiano licenze e brevetti

Ibm e 3Com hanno concluso un accordo di cross licensing, che consente a ciascuna di accedere a brevetti di networking e comunicazioni della partner. L’intesa ha un valore di circa un miliardo di dollari e rappresenta l’estensione di una preesistente re

Ibm e 3Com hanno concluso un accordo di cross licensing, che consente a
ciascuna di accedere a brevetti di networking e comunicazioni della
partner. L'intesa ha un valore di circa un miliardo di dollari e
rappresenta l'estensione di una preesistente relazione settennale fra le
due aziende, che ha già prodotto vari frutti, tra cui gli hub
multiprocessore Ibm 8260, gli switch Ethernet Lan 8271, modem pc, schede
Nic e lo sviluppo del chip personalizzato per i Corebuilder di 3Com.
Quest'ultima userà anche il PowerPc 4050P per ridurre la progettazione del
"system on a chip" e i tempi di sviluppo.
3Com avrà in licenza diverse migliaia di brevetti Ibm; inclusi quelli per
le tecnologie di accesso server, load balancing, Atm/Ethernet/Token Ring,
networking policy-based , Nic e network management. Si tratta di un colpo
importante per lo specialista di reti, visto che Ibm ha prodotto circa
9mila brevetti specializzati negli ultimi cinque anni. Un interesse
specifico è stato dimostrato per le tecnologie di modem e Nic di Ibm.
Dal canto proprio, Ibm guadagna brevetti hardware e software per prodotti
handheld, modem analogici e digitali, tecnologia di accesso su banda larga,
router e switch, voce su Ip e tecnologia Lan. Peraltro, si tratta in gra
parte di aree che Big Blue già copre con i propri sforzi di sviluppo. Una
mossa di prossima attuazione sarà l'integrazione della piattaforma di
enterprise network management Tivoli sui dispositivi Palm di 3Com, laddove
i rivali di Computer Associates hanno già provveduto ad accordarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here