I primi frutti della tripartizione Xerox

L’azienda ha di recente avviato una riorganizzazione che ha portato alla creazione di tre divisioni, dedicate all’office, alla produzione e ai servizi. Rinnovata la gamma di stampanti a colori con i modelli Phaser 6200 e 8200.

Xerox, per superare uno dei periodi meno felici della propria storia, ha avviato una profonda ristrutturazione di tutte le sue attività riorganizzandosi in tre divisioni, che si occuperanno, rispettivamente, del mondo office, di quello della produzione e di quello dei servizi.

Entrando nel dettaglio, ricordiamo che la divisione Office gestirà tutti i prodotti finora di competenza di Opb (Office Printing Business) e Osg (Office Solution Group), ovvero stampanti, fotocopiatrici e multifunzioni, quella Production commercializzerà sistemi per la stampa digitale professionale, ed infine Services offrirà consulenza e servizi sempre nel settore dell'imaging e della gestione dei documenti. Cambia anche la strategia distributiva che, abbandonando il canale diretto, si baserà esclusivamente su una capillare rete di distributori.

Parlando ora di prodotti, l'azienda americana ha presentato due nuove stampanti di pagina a colori, la Phaser 8200 e la Phaser 6200. La prima, modello che adotta la tecnologia solid ink ereditata da Xerox con l'acquisizione di Tektronix, è una periferica in grado di realizzare fino a 16 pagine al minuto a colori grazie anche al controller basato sulla potente Cpu PowerPc a 300 MHz. Tra le altre caratteristiche significative ricordiamo la risoluzione di 1200x600 dpi, i 256 Mb di memoria installabile e la presenza di un interprete PostScript 3 originale Adobe. La macchina viene distribuita in quattro versioni a un prezzo molto competitivo che parte da 2.060 Euro (Iva esclusa) per il modello base fino ai 4.690 Euro per quello completo di scheda di rete, cassetto portacarte aggiuntivo e modulo fronte/retro.
La Phaser 6200 è la seconda macchina Xerox ad adottare una meccanica laser (non a Led) in grado di stampare in quadricromia in un'unica passata. Si basa su un microprocessore PowerPc a 500 MHz, offre una risoluzione di 2400 dpi e gestisce fino al formato A4 con una velocità massima di 16 pagine al minuto. Troviamo sempre un interprete PostScript 3, un cassetto portacarte da 500 unità e un modulo fronte retro opzionale. I prezzi partono dai 2.800 Euro (Iva esclusa) per arrivare ai 5.560 Euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome