I datacenter al tempo del mobile management in azienda

TelecityGroup_Luca_BeltraminoCon il sempre più virale utilizzo di smartphone e tablet al lavoro, come a casa cresce, da parte delle aziende, l’esigenza di adottare soluzioni di Enterprise mobility management e, con essa, la necessità di ricorrere a strutture di backup dove ospitare la mole crescente di dati prodotti.

Ne è convinto Luca Beltramino, managing director di TelecityGroup Italia, attento a constatare come tutto ciò contribuirà sì all’affermarsi del cloud, ma porterà con sé anche la necessità per gli operatori di rispondere ad aziende, sempre più interessate a sapere dove sono posizionati i propri dati.

Da qui il bisogno, non solo secondo il referente italiano dell’operatore europeo di datacenter indipendente dai carrier di telecomunicazioni, di garantire la sicurezza assoluta delle informazioni che risiedono nei datacenter.
Secondo Beltramino, infatti, quest’ultimi devono essere perfettamente allineati e comunicanti con i software e i provider che gestiscono e controllano il passaggio dei dati dai datacenter al dispositivo.
Consigliabile sarebbe, allora, rivolgersi a provider che, a loro volta, alloggiano i propri sistemi all’interno di un datacenter professionale, in una sorta di ecosistema indipendente dove tutti i clienti possono utilizzare e scambiare velocemente tra loro i servizi disponibili.

Attenzione e fiducia dei clienti andrebbero, dunque, riposti, secondo Beltramino, verso operatori in grado di conciliare l’aspetto della sicurezza con quello della usabilità e dei benckmark richiesti dalle aziende.
Per assicurare l’efficacia di servizi sempre più diffusi di Mobile device management e di Mobile content management, la scelta dovrebbe, infine, cadere su datacenter in grado di assicurare sicurezza, ridondanza e velocità di latenza, per una gestione realmente professionale dell’ecosistema e dei dati ospitati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here