I Crm di Microsoft e Siebel viaggeranno per conto proprio

A fine anno terminerà l’accordo di commercializzazione per il mid market che lega le due software house, in coincidenza con il debutto del Crm targato Bill Gates.

Microsoft e Siebel porranno termine a fine anno all'accordo di commercializzazione relativo alla suite di Crm di Siebel per il mid market, che lega le due aziende a seguito dell'acquisizione, da parte di Microsoft, della software house Great Plains, avvenuta nel dicembre del 2000. La mossa è una logica conseguenza del fatto che, più o meno nello stesso periodo, la casa di Bill Gates dovrebbe rilasciare la propria soluzione di Customer relationship management dedicata alle piccole e medie imprese. Entrambe le compagnie precisano, tuttavia, che continueranno a supportare gli attuali clienti.


In realtà, l'agreement era viziato da qualche incongruenza già dal suo esordio, dato che il target dei prodotti di Great Plains-Microsoft è rappresentato dal segmento delle piccole imprese, mentre Siebel è focalizzata sul mid market vero e proprio, cioè su realtà di discrete dimensioni. Inoltre, a distanziare le strategie delle due società concorre anche la differente politica di go-to market: Microsoft, infatti, continuerà a utilizzare il proprio canale di Var, mentre Siebel punta da sempre sulla vendita diretta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome