Home 5G Huawei rimane nel 5G inglese, ma con prudenza

Huawei rimane nel 5G inglese, ma con prudenza

Verrebbe da parafrasare il Manzoni: Adelante, Huawei, con juicio, si puedes. E a leggere le reazioni alla decisione del governo britannico, Huawei si sente di farlo.

Il governo del Regno Unito ha infatti autorizzato Huawei a continuare a fornire apparecchiature per le reti 5G nel paese, ma, come già previsto, il fornitore cinese sarà escluso dalla fornitura delle parti principali dell’infrastruttura.

A seguito di un processo di rivalutazione, in un milieau fortemente influenzato dalle politiche dell’amministrazione statunitense, anche il governo di Boris Johnson aveva affermato che avrebbe messo in atto ulteriori garanzie per l’infrastruttura nazionale escludendo i cosiddetti fornitori ad alto rischio dalle parti di reti di telecomunicazioni ritenute fondamentali per la sicurezza nazionale (e non solo).

Il Primo Ministro britannico Boris Johnson assieme al locale National Security Council ha delineato i requisiti di sicurezza che i cosiddetti vendor ad alto rischio devono rispettare. In virtù di ciò i fornitori ad alto rischio saranno esclusi da tutte le reti critiche per la cybersecurity e da posizioni sensibili come siti nucleari e basi militari.

Il coinvolgimento di Huawei in parti non sensibili delle reti sarà limitato a una “presenza di minoranza” non superiore al 35% nella rete di accesso, ossia quella che collega dispositivi e apparecchiature alle antenne cellulari.

In seguito alla decisione di consentire a Huawei di continuare a partecipare alle implementazioni del 5G nel Regno Unito, il vicepresidente Huawei Victor Zhang, ha dichiarato che Huawei si sente rassicurata dalla decisione del governo del Regno Unito di poter continuare a lavorare con i propri clienti per assicurare lo sviluppo delle reti 5G secondo i piani previsti: «Si tratta di una decisione basata sui fatti che garantirà un’infrastruttura di telecomunicazioni più avanzata, sicura ed economicamente vantaggiosa e permetterà al Regno Unito l’accesso a tecnologie leader a livello mondiale in un mercato competitivo».

«Da oltre 15 anni  – ha ricordato Zhang – forniamo tecnologia all’avanguardia agli operatori di telecomunicazioni nel Regno Unito. Faremo leva sulla nostra solida esperienza, supportando i nostri clienti che investono nelle reti 5G, promuovendo la crescita economica e aiutando il Regno Unito a rimanere competitivo a livello globale. Riteniamo che un mercato dei fornitori diversificato e una concorrenza leale siano essenziali per realizzare una rete affidabile e innovativa, oltre a garantire ai consumatori l’accesso alla migliore tecnologia disponibile».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php