Hp rende Linux compatibile con i propri chip di fascia alta

Utilizzando un consulente specialista in materia (Puffin Group), Hewlett-Packard ha avviato uno sforzo per rendere Linux compatibile con i propri processori più potenti, ovvero i Pa-Risc a 64 bit. Un altro segno, dunque, del crescente ruolo che …

Utilizzando un consulente specialista in materia (Puffin Group),
Hewlett-Packard ha avviato uno sforzo per rendere Linux compatibile con i
propri processori più potenti, ovvero i Pa-Risc a 64 bit. Un altro segno,
dunque, del crescente ruolo che l'Os freeware sta assumendo nella visione
della casa di Paolo Alto. La disponibilità della compatibilità a 64 bit
è
prevista per la prima metà del prossimo anno, mentre la versione a 32 bit
è
già pronta. Di fatto, Hpo non ha fatto che accelerare un'offerta
disponibile già su altre piattaforme, come Compaq Alpha e Sun UltraSparc.
Una versione test del sistema operativo è prevista per febbraio, mentre il
prodotto definitivo è atteso per giugno. Questa decisione è un segno di
come Hp tenga ancora alla propria architettura proprietaria, tant'è vero
che la roadmap si estende per diversi anni in avanti, nonostante ne sia
previsto il graduale rimpiazzo con i chip Ia-64 di Intel.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here