Hp, in arrivo nuovi tagli

Carly Fiorina annuncia agli analisti un calo del 14% rispetto al fatturato del pari periodo dell’anno scorso

E ora tocca a Hewlett Packard. Ultima in ordine di tempo, anche la casa di Palo Alto si trova ad annunciare 6.000 tagli alla propria forza lavoro (pari al 6,5% degli addetti) e soprattutto ad avvisare gli analisti che le vendite del terzo trimestre dell'esercizio in corso saranno al di sotto delle aspettative, con un rallentamento del 14-16%, laddove solo nel mese di maggio aveva dichiarato di aspettarsi un -5%.

Citando un “calo drammatico” nella spesa It in tutto il mondo, nonché problemi valutari, Hp ha sottolineato come il fatturato dell'area consumer dovrebbe scendere del 24% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, mentre outsourcing e consulenza potrebbero mettere a segno rispettivamente un +20 e +9%.

Tra i dati che maggiormente preoccupano gli analisti, c'è senza dubbio visibile rallentamento nelle vendite di stampanti, che rischia di influenzare in modo negativo anche la vendita di cartucce e consumabili, particolarmente forte all'inizio dell'autunno con la ripresa dell'anno scolastico.

Quanto ai tagli annunciati, dovrebbero essere ufficializzati nelle prime settimane di agosto e per il momento non è dato di sapere in quali divisioni verranno effettuati, né se verranno riversati in altre aree per un loro potenziamento.
Il Ceo della società Carly Fiorina non ha precisato se Hp prevede di dare in outsourcing altre attività o di disinvestire da business non strategici.

Quel che è certo, è che Fiorina non prevede un recupero veloce. Le condizioni di mercato - sostiene - non consentono di pensare in termini positivi per il secondo semestre dell'anno. Proprio per questo motivo, è necessario attuare delle misure di contenimento dei costi. Quelle varate porteranno a una riduzione degli stessi di circa 500 milioni di dollari, pari al 2-4% della spesa attuale.
Altrettanto, però, Hp non deve smettere di investire nei settori considerati strategici. Ed è in questa luce che Fiorina commenta la recente acquisizione di StrageApps e quella da definire di Comdisco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome