Hp Haven al servizio delle app mobile

Byod_Smartphone_DataRaccogliere i big data e renderli fruibili per offrire un’eccezionale user experience sulla propria app mobile.
Con questo intento Hp ha presentato Hp “FunDex”, un nuovo indice per supportare le organizzazioni nell’offrire applicazioni mobile con valutazioni a 5 stelle, un driver fondamentale per ottenere nuovi clienti e maggiori ricavi.

Alla base di “FunDex”, Hp Haven analytics, Hp security software ed eleganti interfacce basate su SaaS consentono di sfruttare le risorse esclusive di Hp in termini di big data analytics, It operations management e security per consentire alle organizzazioni di accelerare l’esecuzione di ogni fase del ciclo di vita di ogni singola app mobile.

Obiettivo: accelerare rilascio, test e monitoraggio delle app su più dispositivi e sistemi operativi fornendo agli utenti mobili il contenuto giusto nel momento in cui lo richiedono e in maniera del tutto sicura.
Non senza presupporre la comprensione e l’utilizzo di enormi volumi di dati di utenti e dispositivi o la previsione accurata della portata e dei livelli di uso per fornire una user experience piacevole e utile su una molteplicità di dispositivi, sistemi operativi, reti e piattaforme che, spesso e volentieri, per sviluppatori, tester e manager It mobile si traducono in una rete di problematiche complessa e in constante evoluzione.

In questo modo, Hp App Pulse Mobile monitora e analizza costantemente prestazioni, stabilità e utilizzo di risorse sulle app mobile, mentre il già citato indice “FunDex” offre una visione dall’alto sui problemi che incidono negativamente sull’esperienza utente nonché suggerimenti per trovare e correggere la causa di ciascun problema.

A tal fine, Hp ha rilasciato una nuova versione del software di Agile project management che supporta l’integrazione in tempo reale con il software Hp Application Lifecycle Management, anch’esso migliorato, per assicurare la qualità di ogni release.

Infine, la nuova versione di Hp Mobile Center, il software di test mobile progettato da Hp, supporta ora applicazioni native iOs, Android e ibride, inclusi i comuni framework JavaScript quali Jqm, Angular e Sencha, e aggiunge supporto per le lingue inglese, francese, tedesco, russo, giapponese, coreano e cinese.

A loro volta, le nuove versioni di Hp Network Virtualization e Hp Service Virtualization forniscono, rispettivamente, un’interfaccia migliorata e funzionalità aggiornate di ottimizzazione delle prestazioni per includere condizioni di rete mobile reali nei processi di sviluppo e testing e condurre lo sviluppo mobile senza ritardi estendendo il supporto a protocolli comuni, quali Websphere Mq, Sap Rfc/Idoc.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here