Hp e Deloitte siglano un accordo a livello globale

Fronte comune fra le due aziende per la fornitura di software e servizi all’industria manifatturiera. Per questa via, Hp vuole anche promuovere Netaction.

Hewlett-Packard e Deloitte Consulting hanno costituito un'alleanza internazionale che vede entrambe le aziende impegnate sul fronte della fornitura di servizi e software per la clientela del settore manifatturiero. Hp ha motivato l'accordo con il gruppo di consulenza anche con l'intenzione di sviluppare e promuovere Netaction, la propria linea di soluzioni per la gestione del ciclo di vita dei prodotti industriali, presso gli attuali clienti di Deloitte. Un portafoglio comprendente aziende come Brother Industries, Cargill e la stessa Hewlett-Packard. L'accordo, secondo il responsabile del software per i servizi di Hp, George Bathurst, fa parte di una strategia più ampia di collaborazione con i partner, in particolare nel campo delle applicazioni per le quali non esiste la figura del fornitore unico. Non si tratterebbe in altre parole di un'alleanza analoga a quella per i mercati verticali già avviata con Pricewaterhousecoopers e dovrebbe procedere su scale di tempo indeterminate. Negli Usa l'accordo avrebbe già fruttato alcuni contratti multimilionari con produttori come Nestlé e Wrigley's, ma non sono ancora stati annunciati clienti in Gran Bretagna e in Europa. La joint venture con Deloitte rappresenta per Hp l'ultimo tentativo di rafforzamento delle strategie con partner consulenziali dopo il tentativo di acquisizione di Pwc, fallito nel novembre del 2000. L'attuale alleanza con Pwc risale invece allo scorso giugno e verte in particolare sul settore dell'aviazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome