HP, l’assistenza è self service

Non è esattamente una novità, perché qualche immagine, qualche prototipo, HP lo aveva già mostrato in altre occasioni, soprattutto per la distribuzione di cartucce di inchiostro. Ora però, stando a quanto abbiamo visto e sentito a Boston in occasione della Global Partner Conference, il progetto è più completo e complesso, si avvicina al lancio ufficiale, per di più con qualche grosso cliente già a bordo.

Tecnicamente si tratta di una vending machine, di un distributore automatico, pensato per garantire non solo piccoli ricambi, ma anche un desk di pronto intervento per l’assistenza tecnica.

Una soluzione HP per le grandi aziende

È una soluzione pensata per le grandi realtà, quelle che operano con una It centralizzata e soprattutto con una importante standardizzazione dei parchi macchine, ed è destinata a semplificare la vita, e non di poco, sia ai dipendenti sia a chi lavora nei servizi IT aziendali.
Come funziona?
La macchina è organizzata in due scomparti. Il primo funziona come la più tradizionale delle macchinette per bibite e snack. Contiene cavi, cartucce, mouse, accessori, tutto quanto un dipendente può smarrire, rompere o semplicemente necessitare.
Utilizzando il proprio badge aziendale, o un codice assegnato dall’azienda, il dipendente sceglie l’accessorio di cui ha bisogno e lo preleva esattamente come preleverebbe uno snack dalla macchinetta.
Il sistema invia al dipartimento It le informazioni su chi ha effettuato il prelievo e di quale oggetto, così da garantire il tracciamento di tutte le operazioni, attribuendole ai corretti centri di costo.

Il secondo scomparto, invece, contiene una batteria di pc-muletto, configurati secondo gli standard aziendali, che il dipendente può prelevare in caso di malfunzionamento della sua macchina.
Anche in questo caso, è sufficiente il proprio badge per aprire lo scomparto, prelevare il muletto e lasciare la propria macchina per i servizi di assistenza. Una volta riparata, la macchina vene ricollocata nello scomparto e il dipendente, avvisato da un sms o via mail, può tornare a riprenderla restituendo il muletto.

Una soluzione per il canale

Secondo HP è comunque un prodotto che può rientrare anche nelle attività dei partner di canale. A loro spetterebbe il refill dei materiali, a loro spetterebbe la presa in carico delle macchine da mandare in riparazione e restituire ai legittimi utenti.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here