Hitachi Data Systems scatena gli elementi nello storage

La strategia di Information lifecycle management del costruttore trova nuova linfa con il rilascio di un nuovo membro della famiglia Thunder 9500V, software di replica dei dati e migliorie ai prodotti Lightning 9900V.

7 ottobre 2003 Hitachi Data Systems persegue la propria strategia di "alternativa" a Emc nello storage; soprattutto di fascia alta, con l'intento di raggiungere la clientela aziendale che ha necessità di consolidamento dei propri data center. In quest'ottica rientrano gli aggiornamenti appena annunciati per diverse linee di prodotti sia da punto di vista hardware che software.


Da rilevare, in particolare, il potenziamento della gamma Thunder 9500V, alla quale è stato aggiunto un terzo modello ai due già esistenti. Il 9580V completa la gamma verso il basso, essendo indirizzato soprattutto alle medie aziende. Il dispositivo offre 64 Tb di capacità, raddoppiando comunque quanto raggiunto sin qui con il modello 9570V. Il prodotto si inserisce nella più articolata strategia di Information lifecycle management di Hds, che intende proporre, come i principali concorrenti, un'architettura multi-tier per la gestione dei dati, distinguendo le funzionalità a seconda dell'uso. Il nuovo array si può, così, accompagnare alle altre novità annunciate, ovvero i software QuickShadow e HiCopy, oltre alla già esistente tecnologia di virtual storage port, per proporre una soluzione di tipo entry level in questa fascia di utenza aziendale comunque di consistenti dimensioni. QuickShadow consente ai gestori dello storage di ottenere copie in tempo reale dei dati memorizzati in un dato momento, anziché utilizzare la meno flessibile pratica del backup a pieno volume. HiCopy è un'ulteriore caratteristica, che permette repliche fra dispositivi Thunder 9580V e i più "alti" Lightning 9900V. Con questi annunci, Hds spera di parare il colpo del successo di Emc proprio nella fascia midrange, grazie anche all'accordo di Oem con Dell, che sta producendo interessanti risultati. Il costruttore potrebbe approfittare del ritardo con il quale altri concorrenti, come Sun e Hp, stanno procedendo ad aggiornare l'offerta intermedia.


Anche la gamma 9900 è stata potenziata con il raddoppio della cache a 128Gb e del controllo di memoria a 6 Gb. Hitachi Data Systems, inoltre, offrirà una nuova opzione drive a 73 Gb (15mila rpm) e intanto ha portato a 48 il numero di canali Escon disponibili. Queste migliorie dovrebbero servire a ridurre il numero di dispositivi necessari a ogni azienda.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here