Home Digitale Headless commerce, la ricetta di Nacelle: velocità, flessibilità e mobile first

Headless commerce, la ricetta di Nacelle: velocità, flessibilità e mobile first

Nacelle è una piattaforma di headless commerce che promette di incrementare le conversioni e le vendite grazie alla velocità di caricamento delle pagine, alle funzionalità mobile-first e a un’esperienza d’acquisto migliore.

La pandemia di Covid-19 ha portato a un boom senza precedenti degli acquisti online e ciò ha determinato sia uno switch nelle abitudini dei consumatori sia una spinta alla nascita (o alla ulteriore crescita) di nuove società e soluzioni in questo campo.

Nacelle è una società di Los Angeles fondata nel 2019 con l’intento di dare una risposta alle esigenze dei retailer online non soddisfatti della limitata velocità di caricamento delle pagine e dei bassi tassi di conversione mobile dei propri web store.

headless commerce Nacelle

Quella della startup americana si propone come soluzione di headless commerce che ha l’obiettivo di trasformare i tradizionali store di commercio elettronico in progressive web app (PWA) veloci e mobili.

Secondo Nacelle, questo tipo di architettura, rispetto all’e-commerce “classico” può portare vantaggi in termini di un aumento significativo dei tassi di conversione e delle vendite, di una maggiore dimensione media dei carrelli e nella capacità di gestire i picchi di traffico.

Ciò, grazie a una superiore velocità di caricamento delle pagine, a funzionalità mobile-first e alla capacità di offrire all’utente un’esperienza d’acquisto migliore.

Nacelle offre un backend headless commerce per gli sviluppatori Jamstack, con un’API veloce, un SDK JavaScript che l’azienda qualifica come robusto e flessibile e una trentina di integrazioni con applicazioni o servizi di e-commerce, tra cui Google Analytics, Zendesk, Shopify Plus e altri.

headless commerce Nacelle

La soluzione è indirizzata fondamentalmente ai merchant, agli sviluppatori e alle agenzie.

La sua progettazione è focalizzata, sottolinea il team di sviluppo, in primo luogo sulla velocità di caricamento delle pagine e sulla performance generale del web store, ad esempio nelle transizioni delle pagine, nelle funzioni di filtro e ricerca dei contenuti e nella gestione del carrello.

Altrettanta attenzione è stata posta sulla flessibilità della piattaforma e sull’approccio non semplicemente ottimizzato per il mobile, bensì mobile-first, con progressive web apps che forniscono un’esperienza quanto più vicina possibile alle app mobili native.

Recentemente Nacelle ha raccolto 18 milioni di dollari in finanziamenti di Serie A, con i quali la startup ha intenzione di aggiungere nuove funzionalità al prodotto e far crescere il team.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php