Hds rinnova gli array

In debutto nuovi sistemi San TagmaStore, con drive Serial Ata e FC per tutte le esigenze. Promettono buoni prezzi.

Hitachi Data Systems si appresta a innovare la propria offerta storage, dall'ambito midrange a quello enterprise. Gli annunci, attesi all'inizio della prossima settimana, avranno come obiettivo principale quello di offrire un punto di ingresso più abbordabile dal punto di vista dei costi (benché non si conoscano ancora le quotazioni), salvaguardando le caratteristiche prestazionali e di alta disponibilità.


Saranno così introdotti i nuovi array per San TagmaStore Workgroup Modular Storage (Wms) 100 e Adaptable Modular Storage (Ams) 200 e 500, che andranno a rimpiazzare alcun modelli dei sistemi Hitachi Thunder.


Sia gli array Wms 100 che gli Ams 200 e 500 sono indicati come uno dei livelli di archiviazione nell'ambito della gestione del ciclo di vita dei dati.


Il primo supporta drive serial Ata con capacità fino a 42 Tb, mentre Ams 200 e 500 sono in grado di ospitare drive Serial Ata e Fibre channel per una capiernza totale rispettiva di 40 e 88,5 Tb. È offerta una capacità di connessione a 512 copmputer host collegati in Fibre channel a 1 o 2 Gbit/s, che si estende fino a 2.048 host nel caso di Ams 500.


Al debutto anche il TagmaStore Network Storage Controller (Nsc) 55, un box midrange da utilizzare per il consolidamento di risorse storage multiple, che movimenta e migra i dati senza interromperne il flusso o il funzionamento delle applicazioni. Anch'esso è componente fondamentale di una strategia di Ilm. Tutti questi sistemi saranno disponibili tra luglio e agosto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here