Home Digitale Google Guest Mode, privacy sui dispositivi smart

Google Guest Mode, privacy sui dispositivi smart

La nuova funzione Guest Mode abilita un più facile controllo della privacy sugli smart speaker e smart display con Google Assistant come Nest Audio e Nest Hub Max.

Basterà attivare la modalità ospite con un comando vocale per far sì che le interazioni con Google Assistant non vengano salvate sul proprio account.

Quando si è in Guest Mode, ha spiegato Google, è possibile utilizzare le funzioni più comuni come fare domande, controllare i dispositivi smart installati in casa, impostare i timer e riprodurre musica. Il device però non mostrerà risultati personali, come ad esempio le voci del calendario o i contatti, finché non verrà spenta la modalità ospite.

Google Guest Mode

Una volta che la funzione Guest Mode è stata attivata, il dispositivo riprodurrà una suoneria speciale e sarà possibile vedere un’icona speciale sul display. Inoltre, se l’utente non è sicuro di essere in Guest Mode, lo può chiedere direttamente al proprio dispositivo smart con un comando vocale.

La funzione Guest Mode rimarrà accesa finché l’utente non sceglierà di spegnerla. Per spegnerla basta sempre un comando vocale: disattivare la Guest Mode farà tornare alla esperienza completa e personalizzata di Google Assistant.

La modalità Guest Mode, ha messo in evidenza Google, può essere utile quando si hanno ospiti in casa e non si desidera che suggerimenti o contenuti personali vengano condivisi; oppure, ad esempio, se non si vuole che le interazioni degli ospiti con il dispositivo smart vengano salvate sul proprio account.

Google Guest Mode

Qualunque sia il motivo, capitano momenti in cui si preferisce che le interazioni con Google Assistant non vengano registrate, e con questa nuova funzione la scelta rimane a disposizione dell’utente.

Quando si utilizza l’Assistente in modalità ospite per interagire con altre applicazioni e servizi, come Google Maps, YouTube o i servizi multimediali e per la smart home, queste applicazioni potrebbero comunque salvare quell’attività, avverte però Google, che nella guida online fornisce ulteriori informazioni sul funzionamento della Guest Mode.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php