Gartner polemica con Microsoft

La società di analisi perplessa nei confronti delle strategie di acquisizione di Microsoft. Dovrebbe rendere sicuri i prodotti, non fare concorrenza ai produttori di antivirus.

E' una critica abbastanza dura nei confronti di Microsoft,
quella pubblicata nella giornata di venerdì da
Gartner.
Nella sostanza, la società di analisi è convinta
che Microsoft farebbe meglio a concentrarsi sul rendere sicuro
Windows
, piuttosto che destinare ulteriori energie per competere con le
società specilizzate in antivirus e sicurezza.
Da quanto Bill Gates ha
lanciato l'iniziativa Trustworthy Computing Initiative, Microsoft ha acquistato
due asocietà produttrici di antivirus e una specializzata nell'area
dell'antispamming, facendo della sicurezza un tema prioritario.
Ma,
dettaglio non da poco, non ha però precisato finora qual è il ruolo che intende
giocare in questo ambito.
Ed è su questo punto che l'opinione di Gartner si
fa tranchant.
Perchè Microsoft dovrebbe cercare di rendere i propri sistemi
tlamente sicuri da non richiedere nè antivirus nè antispam, piuttosto che
entrare in un mercato per lei nuovo, giocando la carte del prodotto simile,
magari a prezzo inferiore.
Secondo Gartner, i segnali ci sono tutti per
prevedere un rilascio, già nel corso di quest'anno, da parte di Microsoft di una
suite che combini antivirus e antispam, in diretta concorrenza con le soluzioni
già proposte da società come Symantec.
Ma Gartner non è sicura che questa sia
poi la strada giusta.
C'è una strategia a lungo termine, e si intuisce,
ma i recenti attacchi a Explorer e Msn dovrebbero sollecitare l'azienda a
un maggior senso di responsabilità.
E, responsabile, secondo Gartner,
sarebbe ad esempio rilasciare la prossima versione di Internet
Explorer anche per le altre versioni della piattaforma
Windows,

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here