Home Prodotti Software Frame.io di Adobe: nuove funzioni e integrazioni per i videomaker

Frame.io di Adobe: nuove funzioni e integrazioni per i videomaker

Frame.io, società Adobe, ha annunciato gli ultimi aggiornamenti alla piattaforma di revisione e approvazione e a Camera to Cloud, per innovare ulteriormente il campo della creazione professionale dei contenuti video.

Innanzitutto, arrivano nuove integrazioni Camera to Cloud (C2C) con FiLMiC Pro, Atomos, Teradek, Viviana Cloud e FDX FilmDataBox.

Poi: una nuova app Frame.io per Apple TV 4K, una nuova integrazione nativa con il sistema di gradazione del colore Baselight di FilmLight e funzionalità di sicurezza avanzate come la gestione dei diritti digitali e l’autenticazione a due fattori.

Le numerose novità arrivano a poca distanza temporale dal recente e importante annuncio dell’integrazione di Frame.io per Creative Cloud da parte di Adobe.

Frame.io Adobe

Le ultime partnership continuano ad espandere l’offerta Camera to Cloud a più video creator – sottolinea Adobe –, rendendola accessibile a tutti i videomaker, indipendentemente dal software e dall’hardware utilizzato.

Una delle priorità che Adobe ha dichiarato, per quel che riguarda Frame.io, è infatti quella di rendere il prodotto accessibile a chiunque realizzi video, che siano per il cinema o la Tv, spot pubblicitari, video aziendali, di eventi live o per i social.

Frame.io Adobe

Teradek Serv 4K continua a rappresentare un eccellente complemento a Camera to Cloud, evidenzia Adobe.

La nuova funzione permetterà di inviare a Frame.io, in automatico, istantaneamente e con larghezza di banda ridotta, i file proxy 4K HEVC 10 bit con timecode accurati degli originali creati con le principali videocamere cinematografiche digitali.

Tante nuove partnership per Frame.io

Poi, grazie alla nuova partnership con Atomos, il flusso di lavoro Camera to Cloud include ora anche le fotocamere professionali per videomaker, mirrorless e DSLR.

Grazie al lancio di Atomos Shogun Connect e di un modulo Connect per i dispositivi esistenti Ninja V e Ninja V+, qualsiasi fotocamera che generi video HDMI potrà inserirsi nel workflow C2C di Frame.io.

Frame.io Adobe

Aggiungendo FiLMiC Pro all’elenco delle app connesse a Camera to Cloud – sottolinea inoltre Adobe –, si apre un mondo di accessibilità completamente nuovo per la collaborazione basata sul cloud, direttamente sullo smartphone.

Grazie a FDX Film Data Box, Camera to Cloud è ora compatibile anche con le fotocamere tradizionali.

Frame.io Adobe

Essendo un dispositivo hardware-software stand-alone, FDX consente al DIT di collegare semplicemente una scheda o un disco rigido per scaricare, effettuare il backup e transcodificare i file della fotocamera in file H.264, DNxHD, AVC-lntra o ProRes, che potrà poi caricare su Frame.io dove saranno disponibili per l’editing o la visualizzazione.

La partnership con Viviana Cloud estende invece il flusso di lavoro Camera to Cloud ai registratori audio non WiFi.

Ora è possibile utilizzare le funzioni WiFi del Viviana Cloud Box per caricare file audio su Frame.io da qualsiasi registratore audio dotato di una scheda SD, potendo così coinvolgere nel flusso di lavoro più equipe di produzione.

Frame.io Adobe

E siccome legge tutte le schede SD, permette anche di caricare file da fotocamere commerciali come le GoPro.

Oltre ai nuovi partner Camera to Cloud, Adobe Frame.io ha annunciato anche l’integrazione con Baselight di Filmlight, uno dei principali sistemi di correzione dei colori del settore.

L’integrazione fluida con Baselight non richiede estensioni o plug-in aggiuntivi e permette agli utenti di caricare su Frame.io le timeline su cui si è eseguito il rendering insieme ai commenti relativi ai marcatori.

Le nuove funzioni per Enterprise

La nuova app Frame.io per Apple TV 4K – ha annunciato Adobe – è stata sviluppata per fornire ai clienti Enterprise una piattaforma di visualizzazione professionale semplificata, dal formato più grande e di qualità superiore.

Frame.io Adobe

Una soluzione perfetta per i team dei settori media e intrattenimento e per le agenzie, che potranno utilizzarla per visionare il lavoro giorno per giorno o i progetti definitivi prima della pubblicazione.

I contenuti vengono caricati su una Inbox Enterprise sicura che può essere facilmente condivisa con i principali stakeholder, permettendo loro di vedere contenuti in formato 4K HDR 10 bit in alta risoluzione su televisori a grande schermo collegati all’Apple TV 4K.

Per gli utenti è semplice avviare la riproduzione automatica di un’intera cartella o passare da una clip all’altra utilizzando il telecomando Apple con Play Queue.

Ci sono inoltre due potenti funzioni per aumentare la sicurezza dei contenuti: la gestione dei diritti digitali (Digital Rights Management, DRM) e l’autenticazione a due fattori (Two-Factor Authentication, 2FA).

DRM è un metodo di crittografia multipla che impedisce la visualizzazione non autorizzata e la pirateria, consentendo solo la visione dei file crittografati tramite l’app web Frame.io, l’app per iPhone, Apple TV e relative integrazioni.

Frame.io Adobe

L’autenticazione a due fattori aggiunge un ulteriore livello di sicurezza che verifica l’identità dell’utente al momento dell’accesso.

Gli amministratori di Frame.io Enterprise possono abilitare la 2FA per un intero account e i componenti del team potranno utilizzare le app più diffuse per l’autenticazione a tempo con OTP come Authy, Google, Microsoft e Okta, oppure l’SMS, per ricevere il codice di accesso.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php