Foundry pensa alla periferia delle reti

In fase di rilascio aggiornamenti ai prodotti per la gestione efficiente delle reti, pensando anche a Ipv6.

Foundry Networks ha una serie di novità per il networking di fascia enterprise che rispondono a diverse problematiche che oggi interessano gli It manager, come l'espandibilità a costi contenuti della rete a livello periferico, il rilascio di applicazioni a elevata ampiezza di banda agli utenti mobili, supporto di endpoint Ethernet di superiore potenza (come i videotelefoni e access point 802.11n) e transizione verso Ipv6.

Nel corso dell'estate la società rilascerà i nuovi modelli componibili in stack degli access switch 10GbE (10 Gigabit Ethernet) compatti FastIron Gs-Stk e FastIron Ls-Stk, che rispondono alle esigenze degli amministratori di rete interessati a implementare un'architettura modulare al livello periferico della rete beneficiando dei vantaggi in termini di costi e dimensioni offerti dagli edge switch compatti.

Foundry è anche impegnata a estendere la diffusione dei vantaggi offerti dall'accesso di rete ad alta capacità attraverso l'introduzione di nuovi modelli dei propri access point IronPoint Mobility. I nuovi access point della famiglia IronPoint Mobility Ap300 sono conformi alle specifiche Ieee 802.11n Draft 2.0 e danno un throughput dati fino a 300 Mbps. Foundry ha introdotto anche il controller modulare IronPoint Mobility Mc5000, un dispositivo che fornisce agli amministratori di rete una soluzione per la mobilità in grado di supportare fino a 1.000 access point e decine di migliaia di utenti e dispositivi mobili.

Gli switch Ethernet con supporto PoE, oggi possono usufruire di dispositivi efficienti per alimentare gli endpoint Ip collegati quali telefoni, videocamere e access point Wlan. Sempre nel corso dell'estate, Foundry introdurrà nuovi moduli PoE Plus per la propria famiglia di enterprise switch modulari FastIron SuperX/Sx. Il primo sarà caratterizzato da 48 porte PoE Plus a 10/100/1000 Mbps.

E agli operatori di reti enterprise che stanno accelerando i preparativi in vista della migrazione delle infrastrutture verso IPv6, Foundry propone una soluzione IPv6 adatta a ogni livello della rete, dal core sino alla periferia. Con l'introduzione del software IronWare Release 4.1.00 per gli switch FastIron SuperX/Sx e FastIron Edge X, i sistemi hardware Ipv6-ready potranno essere aggiornati in modo da supportare il routing Ipv6 e il tunneling Ipv6-to-Ipv4.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here