Home Digitale Fase 2, la proptech vara la garanzia di disinfezione

Fase 2, la proptech vara la garanzia di disinfezione

La garanzia di disinfezione di un immobile potrebbe diventare un requisito centrale per la continuità operativa di strutture ricettive e commerciali. E se lo farà serviranno  infrastrutture di automazione definite dal software.

Lo si desume da molti fattori legati al sentiment della popolazione, ma anche da attività concrete in tal senso, come la rapida decisione della proptech italiana Italianway, che ha messo a punto un Protocollo di pulizia e sanificazione più stringente delle norme varate dalle Regioni e ha creato il primo filtro per prenotare direttamente dal suo portale case con garanzia di disinfezione e che rappresenta un primo caso di automazione del sistema alberghiero.

Obiettivo raggiunto, come spiegano il founder Davide Scarantino e l’AD Marco Celani in una nota, “grazie al nostro team di cento professionisti plurilingue, alla piattaforma che abbiamo sviluppato internamente e ci consente prenotazioni dirette, e al software proprietario italiano, sempre sviluppato internamente, che gestisce end to end l’intero ciclo di vita del valore del vacation rental, dalla pubblicazione online multi canale dell’appartamento, alle gestione degli incassi, prenotazioni, check-in/check-out, fatturazione elettronica, cedolare secca, imposta di soggiorno, report, pulizie e manutenzioni degli appartamenti e tanti altri servizi”.

A sinistra Marco Celani, AD Italianway, e Davide Scarantino, Founder Italianway

Scarantino e Celani hanno investito oltre tre milioni di euro in tecnologia e sono in grado di gestire un gran numero di appartamenti con un alto tasso di prenotazioni organizzando il lavoro di decine di persone quotidianamente.

Un caso di automazione del mondo alberghiero, si diceva, che dovrà sempre più fare ricorso al software e avere processi e competenze che fanno risparmiare tempo.

La ripresa del turismo si sta già legando al fenomeno di richiesta di informazioni da parte dei viaggiatori che si soffermano molto più della fase pre Covid sulle caratteristiche degli alloggi, su come sono raggiungibili e su quale livello di igiene si potrà contare.

Tra i primi immobili prenotabili con garanzia di disinfezione dal primo giugno ci sono ville singole con piscina, appartamenti, chalet e soluzioni indipendenti con dehor e spazi verdi esterni tra destinazioni di mare come il Salento, Lampedusa, la Sardegna con Pula o la Liguria con Finale Ligure e Sanremo; località di montagna come Bormio e la Valtellina, le Langhe, il Lago di Garda, la Brianza, Roma e Milano.

Le pulizie di check-out negli appartamenti gestiti direttamente da Italianway sono effettuate seguendo un Protocollo di disinfezione e sanificazione che risponde alle disposizioni della Circolare Ministeriale 5443 e, a quant fa sapere Italinway, prevede misure più stringenti rispetto a quelle varate dalle Regioni.

A ogni ingresso, l’ospite troverà una card con il nome dell’azienda di pulizie che ha effettuato l’igienizzazione e la disinfezione e, quando necessario, anche un certificato di avvenuta sanificazione rilasciato dall’azienda specializzata ed autorizzata a effettuare questo tipo di trattamento, con data che attesta quando è avvenuto.

Italianway ha condiviso con partner e franchisee il protocollo. Sulla prima foto degli annunci degli immobili, sia per quanto riguarda il sito che le altre OTA, verrà apposto un watermark con la scritta Garanzia di disinfezione per rendere riconoscibili le case disinfettate e igienizzate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php