Home Digitale Execution Management e trasformazione digitale, a che punto siamo

Execution Management e trasformazione digitale, a che punto siamo

L’execution management sta facendosi gradualmente strada in organizzazioni di ogni dimensione e settore. Per questo abbiamo voluto parlarne con un esperto come Eugenio Cassiano, Senior Vice President di Celonis Labs.
Infatti, Celonis affianca le organizzazioni nella fondamentale opera di execution management.

Quali sono le principali novità proposte da Celonis Labs?

Con i Celonis Labs vogliamo fare emergere nuovi aspetti dell’Execution Management. Le innovazioni che ne verranno permetteranno a un numero ancora maggiore di utenti, reti di clienti e, in generale, allo scenario tech di godere appieno dei benefici dell’Execution Management e operare al loro pieno potenziale. Nei Celonis Labs sperimenteremo nuove idee e tecnologie emergenti da esplorare e innovare per mettere le aziende nelle condizioni di agire sulla base di dati reali e, in definitiva, ottenere migliori risultati di business.

Eugenio Cassiano Celonis

La trasformazione digitale ha subito una forte accelerazione negli ultimi 2 anni. In che modo l’execution management contribuisce a questo percorso?

Negli ultimi anni, tutte le imprese hanno accelerato il processo di trasformazione digitale e di conseguenza sono avvenuti due fenomeni.

Primo, lo scenario tecnologico è esploso con la diffusione di applicazioni cloud eterogenee (mentre ieri un processo si basava essenzialmente sulla soluzione di un unico vendor, oggi lo stesso processo può coinvolgere più di dieci applicazioni cloud.

Secondo, la quantità di dati cresce vertiginosamente: mentre generiamo processi creiamo una quantità esponenziale di dati.  Secondo statista, nel 2010 generavamo 2 Zettabyte di dati (ovvero quando i fornitori di software iniziarono a lanciare il process mining). Oggi, nel 2021, si prevede che saranno generati 79 Zettabyte di dati.

Non è sufficiente limitarsi semplicemente a osservare e raccogliere i dati, ed è qui che entra in gioco l’Execution Management. Esso trasforma i dati in azioni di valore, creando un gemello digitale dell’execution di un’impresa. Il futuro sarà avere costantemente un gemello digitale che in tempo reale può prevedere e indicare le azioni migliori per rimuovere le inefficienze. E il nostro Execution management System in particolare fa sì che i dati lavorino per l’utente, identificando le inefficienze e intessendo tra loro i processi interconnessi, eliminando i miliardi di euro persi a causa delle inefficienze, permettendo di prendere decisioni migliori e attuando automaticamente le azioni adeguate.

Qual è lo stato del mercato italiano, storicamente più restio ad adottare nuove tecnologie e business model?

L’Italia è un mercato in crescita, con un alto livello di attenzione per la trasformazione digitale in tutti i settori, che sta affrontando le sfide della quarta rivoluzione industriale nelle migliori condizioni.

Ciò è confermato dal fatto che tutte le start up internazionali – e anche le aziende più mature – hanno continuato a investire in Italia, offrendo alle imprese italiane l’opportunità di innovare e restare al passo con i tempi e, soprattutto, creando nuovi posti di lavoro.

L’Italia ha eccellenze in molti settori e grazie agli investimenti della tecnologia digitale è oggi in grado di offrire prodotti e servizi di qualità capaci di competere sui mercati globali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php