Home Prodotti Software Excel cambia con il supporto per nuovi tipi di dati personalizzati

Excel cambia con il supporto per nuovi tipi di dati personalizzati

Nel corso degli anni Excel ha visto arricchire il proprio bagaglio di funzionalità per la gestione dei dati, che sono stati estesi oltre quelli di base di tipo testo e numeri: ora Microsoft intende compiere un decisivo balzo in avanti in questa costante evoluzione.

Il passo successivo di questo percorso è quello di consentire ai clienti di utilizzare i propri dati personalizzati come tipi di dati strutturati.

Excel

Microsoft fa l’esempio di un’azienda che ha un sistema di customer tracking e desidera portare i dati dei clienti in Excel per l’analisi. Ora questa azienda potrà ad esempio importare il data type “customer” ricco di informazioni e strutturato nel modo in cui la stessa azienda lo ha definito.

Per i clienti Power BI, Excel si collegherà automaticamente a Power BI e tutti i dati che l’azienda ha pubblicato saranno facilmente individuabili e si integreranno in Excel come tipi di dati strutturati. Se non si dispone di Power BI, sarà comunque possibile sfruttare la tecnologia Power Query in Excel per connettersi manualmente a decine di data source diversi e specificare che si desidera che i dati siano strutturati come data type.

Inoltre, Microsoft sta continuando ad ampliare il numero di tipi di dati con cui è possibile lavorare, espandendo i data type azioni e geography. La società di Redmond ha stretto una partnership con Wolfram per consentire a centinaia di nuovi tipi di dati di poter alimentare i fogli di lavoro di Excel.

Excel

Tale piattaforma di tipi di dati è importante e migliorerà il modo in cui si lavora con Excel. Finora, sottolinea Microsoft, la griglia di Excel è stata piatta, bidimensionale. Però, non tutti i dati sono così e costringerli in una struttura 2D ha i suoi limiti. Con i Tipi di dati è stata aggiunta una terza dimensione al foglio di lavoro di Excel: ogni cella potrà ora contenere un ricco insieme di dati strutturati.

I data type sono ricchi e vanno ben oltre i numeri e le stringhe di testo: un singolo valore di una sola cella può contenere una profonda raccolta di dati gerarchici, riferimenti ad altri tipi di dati, immagini e azioni intelligenti. Sono anche collegati e possono puntare a servizi in tempo reale che forniscono dati che possono essere aggiornati in qualsiasi momento, un ulteriore vantaggio chiave rispetto al vecchio modo di lavorare con i dati.

Excel

Finora, evidenzia ancora Microsoft, per ottenere un valore in una cella si scriveva una formula o si digitava il valore direttamente al suo interno: una cella, un valore e se si voleva un altro valore, si ripeteva il processo, riempiendo la griglia con un mix di dati scollegati e celle di supporto. Con i tipi di dati, cambia tutto: con i data type un singolo valore di cella può avere un insieme di informazioni collegate in tempo reale che possono essere rapidamente inserite nel processo decisionale dell’azienda, senza la necessità di tornare costantemente alla fonte originale per trovare ulteriori informazioni.

Quelle informazioni aggiuntive possono essere utilizzate nelle formule che scriviamo e nei grafici che creiamo, e possono anche essere utilizzate per modificare il modo in cui i dati vengono ordinati e filtrati.

Excel

Per quanto riguarda la disponibilità di questa nuova potente funzionalità, i data type Power BI sono disponibili in Excel per Windows per tutti gli abbonati Microsoft 365/Office 365 che hanno un piano Power BI Pro.

I tipi di dati Power Query sono attualmente in fase di roll-out e saranno disponibili nelle prossime settimane per tutti gli abbonati Microsoft 365/Office 365, per l’utilizzo con tutte le origini dati supportate nel proprio prodotto.

I tipi di dati Wolfram Alpha sono invece al momento disponibili in anteprima solo per gli Office Insider.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php