Eolo soffia sull’Agenda digitale europea

Eolo, la rete wireless a banda larga di Ngi, aumenta la capacità di collegamento da 200 mila utenti a 265 mila utenti, confermando la leadership sul territorio nazionale.
Per raggiungere l'obiettivo, Ngi ha annunciato di aver siglato un nuovo accordo con Cambium Networks, uno dei maggiori provider globali di soluzioni wireless a banda larga. Ngi offre connettività a banda larga da rete wireless e fissa a oltre 200.000 clienti, sia aziendali sia privati, in tutta Italia. In particolare, la connessione wireless erogata tramite Pmp 450 è già disponibile per oltre 65.000 utenti e grazie al nuovo accordo questo numero è destinato a raddoppiare nei prossimi tre anni, grazie all'ulteriore acquisizione di soluzioni di accesso Pmp 450 e backhaul Ptp 650.
Attraverso questa espansione della rete Eolo, Ngi potrà disporre della scalabilità, dell'efficienza spettrale, della stabilità e capacità di banda larga di cui ha bisogno per migliorare i servizi ai clienti esistenti e raggiungerne di nuovi. L'obiettivo di Ngi in questa nuova fase è di supportare l'Agenda Digitale Europea, che si pone l'obbiettivo di garantire a tutti gli europei accesso ad internet con una velocità minima di 30 Mbps entro il 2020, e che almeno almeno il 50% delle famiglie europee possa accedere a connessioni con velocità superiori a 100 Mbps.

Secondo l'Agenda Digitale Europea, l'Italia si colloca oggi al 25° posto tra i 28 stati membri per diffusione di banda larga e deve quindi accrescere la copertura nazionale più velocemente di quanto fatto finora.
Attraverso il progetto di modernizzazione della nostra rete e grazie all'installazione pianificata degli access point Pmp 450 potremo servire meglio i nostri clienti attuali e raggiungerne di nuovi, per un bacino utenti in rapida espansione", ha dichiarato Luca Spada, Ad di Ngi. “Il servizio complessivo raggiungerà e supererà la velocità di banda richiesta dall'Agenda Digitale Europea”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here