EMC World: la modernizzazione del datacenter al centro degli annunci della prima giornata

Anche se, come è comprensibile, l’attenzione di tutti, nella prima giornata di EMC World, si è concentrata sul nuovo nome e sul percorso di integrazione con Dell, l’evento che riunisce in questi giorni a Las Vegas circa 15.000 persone provenienti da tutto il mondo è anche un momento importante di annunci.
Parola d’ordine “modernizzare”, declinata in questa prima fase in ambito datacenter.
L’evoluzione in corso è evidente: cambiano le priorità e soprattutto è necessario trovare una sintesi efficace alla necessità da un lato di mantenere le applicazioni tradizionali in modo efficiente e cost effective, dall’altro di supportare lo sviluppo di applicazioni di nuova generazione.
emc david gouldenLo spiega chiaramente David Goulden, Ceo di EMC Information Infrastructure, sostenendo la necessità di “perseguire obiettivi di efficienza, agilità e velocità, tenendo ben presente che sempre più in futuro sarà necessario gestire un numero crescente di workload, diversi l’uno dall’altro”.
La risposta, in questo 2016 programmaticamente definito l’anno dell’all-flash, sta nelle tecnologie flash, nel cloud computing e in software defined everything.

Unity, Virtustream, ViPR, eCDM e MyService negli annunci di oggi

Gli annunci di oggi perseguono questi obiettivi.
Si tratta, per iniziare, dei nuovi storage array Unity, famiglia di soluzioni all-flash indirizzata al mercato delle piccole e medie imprese e pensati secondo una logica di semplicità e flessibilità. Prezzo di partenza 18.000 dollari per una soluzione in grado di gestire storage file, a blocchi e VVols (Virtual Volumes).
Il secondo annuncio della giornata riguarda Virtsustream Storage Cloud, piattaforma di cloud storage che rappresenta una ulteriore espansione della proposta Virtustream, in un’ottica di flessibilità: è in grado di gestire storage on premise e in cloud.
Caratteristiche di Virtustream Storage Cloud sono l’elevata resilienza e l’ottimizzazione delle performance in presenza di oggetti di grandi dimensioni. Sulla nuvola storage di Virtustream possono poggiare le soluzioni di backup Data Domain e Data Protection Suite, nonché gli array Unity, Vmax ed XtremIo.
Arriva invece alla versione 3.0 ViPR Controller, che nella nuova release dovrebbe aiutare gli utenti a modernizzare i loro ambienti storage multivendor, garantendo supporto per oltre 50 piattaforme sia di EMC sia di terze parti. Viene presentato come strumento ponte per chi ha necessità di gestire sia gli ambienti tradizionali sia quelli in cloud.
Gli ultimi due annunci della giornata sono da un lato Enterprise Copy Data Management, soluzione per la gestione della crescita incontrollata dei dati: eCDM aiuta i clienti a ridurre i costi associati alla gestione e al mantenimento di copie multiple di dati uguali, in un’ottica di discovery, automazione e ottimizzazione; dall’altro MyService360, dashboard di servizi cloud based che consente una visione d’insieme dello status di tutto l’ambiente datacenter.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome