Home Software Intelligenza artificiale Ecommerce: come proteggersi dalle frodi con l’intelligenza artificiale

Ecommerce: come proteggersi dalle frodi con l’intelligenza artificiale

L’accelerazione dell’ecommerce registrata negli ultimi due anni è un trend che offre nuove opportunità di business ai merchant, ma al contempo apre le porte a nuove minacce per i sistemi informatici: a sottolinearlo è Adyen, piattaforma tecnologica che offre funzionalità di pagamento end-to-end, customer insights e gestione finanziaria in un’unica soluzione globale.

Solo nel 2021 gli operatori di commercio elettronico sono stati frodati per 20 miliardi di dollari (+18% sul 2020). Il dato, che si ricava da uno studio di Juniper Research, evidenzia il livello da allarme rosso raggiunto dal fenomeno. E si tratta solo dei costi vivi, senza considerare cioè i danni reputazionali, che spesso persistono a lungo nel tempo e sono difficili da quantificare.

I criminali informatici diventano sempre più raffinati nelle loro azioni: così, accanto ai virus (malware capaci di autoreplicarsi e di diffondersi nei computer) e trojan (che si attivano in seguito all’azione dell’utente, che li scambia per software “buoni” e invece sono creati per fare danni), prendono piede anche minacce nuove come le frodi da triangolazione (l’acquirente paga la merce attraverso una falsa vetrina online e il truffatore prende i dettagli, spedisce la merce e invia uno storno di addebito al venditore legittimo) e quelle con carte regalo (il truffatore utilizza i dettagli di pagamento rubati per acquistare un prodotto online, quindi restituisce la merce per un rimborso sulla carta regalo).

Adyen Revenue Protect

In parallelo con le minacce, crescono anche le capacità di difesa, che oggi possono contare anche sulle potenzialità dell’intelligenza artificiale, tecnologia che consente di analizzare enormi quantità di dati, spesso disponibili in maniera disordinata in azienda, per prevedere e prevenire problemi ai sistemi It provenienti dall’interno o dall’esterno dell’organizzazione.

Adyen, azienda attiva nelle soluzioni per minimizzare i rischi di frode, ha messo a punto  Revenue Protect, una tecnologia innovativa che sfrutta miliardi di dati generati dall’apprendimento automatico per gestire le frodi e ottimizzare le conversioni.

Grazie al controllo del traffico, questa soluzione autorizza una piccola percentuale di transazioni indipendentemente dal punteggio di rischio per migliorare continuamente i modelli di machine learning e gli attuali profili di rischio degli esercenti.

In questo modo, Adyen è in grado di tenere sotto controllo le tendenze emergenti in materia di frodi migliorando di continuo le capacità di apprendimento automatico del sistema per individuare “nuovi” tipi di frode.

Inoltre, attraverso un sistema di machine learning, Revenue Protect consente di esaminare ogni transazione e determinare se sembra fraudolenta o autentica. Così facendo, sostituisce la necessità di impostare e adattare i profili di rischio per gli esercenti, poiché il profilo basato sull’apprendimento automatico se ne occuperà al posto loro.

Gli esempi di Drop e Etro

Adyen fa alcuni esempi concreti di questa innovazione. Drop è un’azienda nata nelle Marche 20 anni fa e che da allora si è dedicata in modo pionieristico all’ecommerce, sviluppando servizi sempre più complessi.

Alfredo Celiberti, CEO dell’azienda, racconta: “Attraverso un solo account dedicato a Drop, possiamo gestire separatamente i flussi e le transazioni dei diversi merchant integrati nella piattaforma. L’integrazione con le tecnologie che già avevamo in casa ha favorito la crescita della piattaforma ecommerce.

Grazie alla soluzione Revenue Protect di Adyen abbiamo abbattuto l’incidenza delle frodi dell’80%, portandone il livello percentuale nelle transazioni da critico a ottimo”.

Positiva è anche l’esperienza della casa di moda Etro.

Fabrizio Viacava, Chief Digital Officer della casa di moda, afferma: “Il nostro customer journey punta a garantire la massima attenzione ai nostri clienti: chiunque essi siano, ovunque essi siano, in qualsiasi momento.

Affidandoci ad Adyen come unico payment service provider possiamo contare su una serie di vantaggi come semplicità e praticità di avere un solo contratto, velocità di trasformazione e scalabilità del business con una sola integrazione tecnologica e maggiore sicurezza”.

Philippe De Passorio, Country Manager di Adyen Italia, commenta: “Nell’ecommerce le tipologie di frode sono molteplici e in continua evoluzione: dal furto d’identità, alla friendly fraud – ovvero la richiesta di un rimborso pur avendo già ricevuto i beni – fino alla cosiddetta ‘verifica delle carte’, dove, in seguito a un furto, una carta viene ‘testata’ per vedere se è ancora attiva. 

Ciò che accomuna questi rischi potenziali è la capacità del merchant di difendersi. Più si è preparati e più velocemente si può reagire, meno rischi si corrono. Questo è certamente l’approccio che adottiamo come azienda nell’innovare continuamente i nostri strumenti per limitare le frodi”.

Leggi tutti i nostri articoli sul commercio elettronico

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php