È meglio montare la RAM in un unico banco?

Ho alcuni dubbi in merito alle memorie RAM. Mi è stato detto che per una maggior stabilità del sistema è meglio montare un unico banco di memoria. È vero questo e perché? Qual è la differenza tra memoria a 4 bit e 8 bit? Stando a quanto riportato nei m …

Ho alcuni dubbi in merito alle memorie RAM. Mi è stato detto che per
una maggior stabilità del sistema è meglio montare un unico banco
di memoria. È vero questo e perché? Qual è la differenza
tra memoria a 4 bit e 8 bit?

Stando a quanto riportato nei manuali delle schede madri in teoria non ci sono
problemi. Nella pratica, nei nostri test è capitato che alcune
schede madri si siano rifiutate di funzionare con i tre slot di memoria popolati
.
I componenti che lavorano con alte frequenze di funzionamento difatti richiedono
cura e precisione nella progettazione e costruzione. Larghezza o lunghezza delle
piste dei circuiti stampati possono alterare la temporizzazione dei segnali,
piste troppo vicine provocano interferenze. Queste differenze costruttive modificano
l'impedenza, la resistenza offerta dal conduttore al passaggio della corrente
elettrica a una determinata frequenza, e causano variazioni nella temporizzazione
dei segnali, con relativi problemi di funzionamento. Consigliamo quindi di limitare
a due il numero di moduli installati
. Se si pensa a un uprgrade meglio
sostituire uno dei due banchi con uno di capacità superiore.

Per quanto riguarda la memoria a 4 e 8 bit, questi valori
fanno riferimento alla dimensione del bus dei chip saldati sul circuito del
modulo della memoria. I valori sono indipendenti dalle dimensioni del bus del
modulo il quale è di 64 bit per i moduli a 168 e 184 pin.

Esistono anche chip a 16 e 32 bit, utilizzati sui moduli di
grandi capacità. In termini di prestazioni la differenza tra un modulo
realizzato con chip a 4 bit e uno con 8 bit è nulla. È solamente
una questione di tecnologia costruttiva e di dimensione della memoria.

C'è però un fattore al quale si deve porre attenzione.
Non tutte le schede madri e in particolare quelle con qualche anno di anzianità,
supportano memorie realizzate con chip aventi un bus di grandezza
superiore a 8 bit.

La manifestazione più evidente di ciò è il problema della
memoria dimezzata, ossia il BIOS riporta una quantità
di memoria che è la metà di quella realmente installata, per esempio
un modulo da 128 MB è visto come uno da 64 MB. Nel caso peggiore il computer
rifiuta di avviarsi. Il solo metodo per identificare il tipo di chip utilizzato
nel modulo è la lettura delle specifiche del modulo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here