E alla fine, Hp monta gli Opteron

Pare proprio che a Palo Alto abbiano deciso di non temporeggiare oltre: gli Amd a 64 possono andare sui server a 1 e 4 vie.

24 febbraio 2004

Alla fine anche Hp ha ceduto e, terza fra i grandi vendor di server (dopo Ibm e Sun), monterà i processori a 64 bit Amd Opteron su propri sistemi, si presume, da una a quattro vie.


L'uso della dubitativa è d'obbligo, in quanto manca ancora una posizione ufficiale di Palo Alto, ma il fitto discuterne delle ultime settimane, rincorso da sempre più squillanti voci recenti, autorizza a dare la cosa per certa.


I processori Opteron, ricordiamolo, aggiungono un'estensione a 64 bit a un cuore x86 a 32 bit, sorpassando, di fatto l'ostacolo dei 4 Gb di memoria gestibile. Proprio la stessa cosa annunciata da Intel la scorsa settimana con il progetto Nocona, riguardante l'estensione dei bit degli Xeon.


Proprio il rapporto fra Intel e Hp viene quindi messo in discussione da alcuni osservatori. Le due società, infatti, hanno sviluppato insieme l'architettura Itanium a 64 bit, che è ha incluso anche la fase di supporto dell'architettura x86, ma con un processo di emulazione che ha evidenziato lentezze.


Che l'adozione degli Opteron da parte di Hp, si chiedono gli analisti, significhi sancire la supremazia, in termini di velocità d'esecuzione di Amd?


La risposta può darla solo Hp.


Per il momento si può notare che, in questo modo, a Palo Alto riescono a presidiare una finestra di mercato, in attesa di Nocona.


Poi, si vedrà.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here