Dell, cresce il fatturato, calano gli utili

La prima trimestrale dell’anno scontenta gli analisti. Dell però spiega: è legata a precise politiche commerciali e finanziarie.

Non è proprio piaciuta agli analisti e agli investitori l'ultima
trimestrale di
Dell.
Al di sotto delle attese,
dichiarano.
Non piace il calo degli utili. Non piace l'incremento delle
vendite, a due cifre sì, ma al di sotto di quanto la stessa società aveva
anticipato a metà gennaio.
Dell, in effetti, ha chiuso il primo trimestre del
nuovo esercizio fiscale con un vendite per 13,5 miliardi di dollari, in crescita
del 17% sul pari periodo dell'anno precedente,  e con utili per 667
milioni, pari a 26 centesimi ad azione, in calo rispetto ai 29 centesimi del
primo trimestre dello scorso esercizio.
Dell, tuttavia, precisa: il calo
degli utili è strettamente legato all'incremento delle tasse; la crescita
contenuta è da correlare a precise politiche commerciali.
Nel periodo in
esame, Dell ha attuato significative riduzioni dei prezzi dei suoi prodotti, con
l'obiettivo di portar via quote di mercato a Ibm e ad Hp.
Per questo motivo
la società trova un po' ingiustificato il nervosismo del mercato. Se le attese
non sono state rispettate, è stato comunque per poco. In ogni caso, l'obiettivo
di un tempo, i famosi 60 miliardi di dollari di fatturato all'anno, è stato già
spostato verso l'alto. Dell parla oggi di 80 miliardi di dollari, anche se non
ha fissato una time line entro la quale dovrebbe essere
raggiunto.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here