Nasce Dedagroup Public Services, digital hub per la PA

Dedagroup_Public_ServicesÈ un percorso iniziato un anno fa e ulteriormente sancito dalla nomina, lo scorso maggio, di Fabio Meloni a General Manager dell’allora neonata business unit Public Sector & Utilities di Dedagroup, la nascita di Dedagroup Public Services.
Operativa dal primo gennaio 2017, ma annunciata solo in questi giorni, la nuova società unisce le competenze di Sinergis con quelle della divisione PA locale della multinazionale e del ramo di azienda Civilia Next, piattaforma per la PA digitale di ASF, e promette di fare da cerniera tra centro e periferia, declinando le linee guida centrali del Gruppo sulle specificità dei territori.

Un cammino, quest’ultimo, già avviato da Dedagroup a inizio 2016 con l’integrazione in un’unica organizzazione delle unità di business già attive nel settore Pubblico, per un fatturato (allora) di 62 milioni di euro e oltre 400 collaboratori.

Dedagroup_Organigramma
Il Gruppo un anno fa. Composto da 16 aziende, l’organigramma ancora visibile sul sito della società delinea una realtà operativa sul mercato attraverso bu integrate, trasversali alle aziende e alle divisioni del Gruppo. Dedagroup Banking, Insurance & Industrial - Integra la divisione Banche e la divisione DDway Finance, Industrial & Consumer Dedagroup Public Sector & Utilites - Integra la divisione PA, la divisione DDway Government & Transportation, Telco, Utilities & Energy, A Software Factory Srl e Sinergis Srl Dedagroup Fashion, Factory & Retail - Integra la divisione DDway Fashion & Retail e Beltos Srl Dedagroup Business Technology & Data - Integra la divisione CAST e Ecos srl Dedagroup Wiz - Integra Agorà Med srl e Idea Futura srl
Obiettivi di ieri, strategia per il domani

Decisa a posizionarsi sul mercato quale digital hub al servizio anche della trasformazione digitale della Pubblica amministrazione italiana, supportando gli enti locali nel cosiddetto percorso verso la Data Driven Administration, la nuova Public Services si posiziona, come già prima di lei la unit Public Sector & Utilities, nel quadro della strategia Dedagroup One Group One Brand e punta a realizzare un’unica struttura dedicata al settore Pubblico a 360 gradi.

Fabio Meloni, CEO Deadgroup Public Services
Fabio Meloni, Deadgroup Public Services

A guidarla sarà proprio Fabio Meloni, nominato CEO Dedagroup Public Services, cui andrà anche il compito di mixare le conoscenze e le tecnologie di Dedagroup PA con le competenze sui sistemi informativi territoriali e geografici nonché sulla gestione delle reti della già citata Sinergis.
Come riferito dallo stesso Meloni in una nota ufficiale, consentendo di dispiegare sul territorio “policy informate, eque e in grado di migliorare i servizi a cittadini e imprese” sarà possibile declinare le linee guida centrali sulle specificità dei territori “per realizzare a livello locale le direttive della European Digital Agenda”.

Da qui la scelta di far operare in stretta sinergia la neonata con le market line Government, Transportation, Utilities & Energy di DDway, in previsione del passaggio delle stesse nella nuova società, entro l’anno in corso.
Come ribadito dalla corporate, la strategia rientra nel più ampio percorso di ridefinizione dell’assetto organizzativo del Gruppo da Ict Network a One Brand company.
E se un anno fa la creazione della Public Sector & Utilities rappresentava una delle cinque nuove business unit in cui la company ha scelto di integrare competenze ed esperienze legate a dati e identità di DDway con quelle del territorio portate da Sinergis, oltre che dei servizi e delle soluzioni, con Dedagroup e ASF, oggi l’obiettivo si conferma il posizionamento sul mercato come digital hub per la trasformazione digitale.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome