Home Più sicuri con Google Chrome, da aprile in poi

Più sicuri con Google Chrome, da aprile in poi

Dalla fine di marzo Google amplierà le funzioni di Safe Browsing a disposizione degli utenti della versione Mac di Google Chrome. Sotto l’ombrello della generica definizione di Safe Browsing, Google mette una serie di funzioni di controllo del comportamento delle pagine web e del codice Html, funzioni che servono a evitare di trovarsi per errore su una pagina web pericolosa che cerca di scaricare malware sul nostro Mac.

Una delle minacce per cui Google Chrome ha aumentato il livello di attenzione riguarda il comportamento delle cosiddette PUA o Potentially Unwanted Application (o anche PUP, Potentially Unwanted Program). Sono quelle utility che di utile fanno poco o nulla e nel frattempo cambiano le impostazioni del browser e, in alcuni casi, modificano il contenuto delle pagine web mentre il browser le carica.

Un alert di Google Chrome generato dai controlli di Safe Browsing
Un alert di Google Chrome generato dai controlli di Safe Browsing

Dalla fine di marzo le applicazioni generiche non potranno modificare le impostazioni di Google Chrome, come ad esempio la pagina iniziale o il motore di ricerca. A parte l’utente, le uniche a poterlo fare saranno le estensioni scaricate dal Chrome Web Store. Che devono essere scaricate e installate esplicitamente dall’utente stesso, quindi il sistema è ragionevolmente sicuro.

L’altro problema su cui Google Chrome interverrà è l’inserimenti di banner pubblicitari non previsti nelle pagine web che il browser scarica. È una operazione non proprio lecita che fanno alcune PUA e che può essere pericolosa. Il banner potrebbe infatti essere fatto per ingannare l’utente e “guidarlo” a una pagina web creata per sottrarre dati personali o per scaricare malware in locale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php